Dinwiddie dopo lo show da 39 punti contro i 76ers: “Mi sono sentito Steph Curry per qualche ora”

0

Brooklyn è diventata inarrestabile: dopo aver sconfitto l’attuale miglior squadra in Nba, ovvero i Toronto Raptors, e trionfato nel derby di New York, è riuscita a conquistare la terza vittoria consecutiva, a Philadelphia, non il miglior posto dove andare a caccia di W. Il protagonista della serata è stato Spencer Dinwiddie, che ha mandato a libri una fantastica prestazione da 39 punti con 11/18 al tiro e 4 triple a segno: è stato lui a trascinare Brooklyn con 12 punti nel parziale decisivo di 19-3 del terzo quarto, quando i newyorchesi hanno spezzato in due la contesa.

A fine gara, avvicinato dai cronisti, Dinwiddie si è lasciato andare con alcune dichiarazioni particolari:

Sono giornate belle da vivere queste, non capitano sempre, e quando le vivi non devi porti limiti. Ho provato a forzare anche qualche tiro, e mi è andata piuttosto bene. Devo dire che in alcune circostanze sono stato anche un pò fortunato, ma per qualche ora mi sono sentito Steph Curry

Con la point guard nativa di Woodland Hills in queste condizioni eccellenti, per Brooklyn non è preclusa nessuna strada, con i playoff che ad Est oggi distano appena 2 partite.