Duncan Robinson, il cecchino che voleva diventare giornalista

Il retroscena sul tiratore dei Miami Heat che era pronto a lasciare la pallacanestro. Duncan Robinson, infatti, è finito a giocare in Division III…

di Ario Rossi

Duncan Robinson è diventato un elemento fondamentale nei Miami Heat campioni della Eastern Conference per la sesta volta nella loro storia. Ora il grande passo alle NBA Finals, ma in passato per lui non è mai stata facile.

Partito da un college di Division III, costretto a saltare un anno prima di approdare a Michigan e la mancata scelta al draft fanno pensare ad un giocatore demotivato che non crede più in una carriera professionistica. Ma la pallacanestro la adora e quindi pensa di fare il giornalista sportivo.

Il retroscena arriva da Mark Titus, ora a Fox Sports ed ex contributor di The Ringer. Era il 12 settembre 2017 e ricevette un messaggio proprio da Duncan Robinson, pronto ad iniziare l’anno da senior a Michigan. Il #55 dei Miami Heat chiedeva a Titus come fare per entrare nel mondo del giornalismo sportivo, in quanto seguiva molto sia lui che The Ringer.

Ti scrivo per chiederti se hai del tempo per me, cosicché potrei imparare il più possibile da te, dal tuo ruolo come cronista e di quello all’interno di The Ringer. Spero non sia un problema.

Ora Duncan Robinson è pronto a giocare da titolare le sue prime NBA Finals, contro i favoriti Los Angeles Lakers. Si parte mercoledì notte, per il sogno di D-Rob e non solo

USA Today Sports
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy