Durant, c’è il verdetto della risonanza: è rottura totale del tendine d’Achille

Durant, c’è il verdetto della risonanza: è rottura totale del tendine d’Achille

Il #35 degli Warriors dovrà stare fuori dagli 8 ai 12 mesi.

di La Redazione

Lo avevano già anticipato i giornalisti di ESPN, ma ora c’è la conferma medica con il risultato della risonanza magnetica: per Kevin Durant si tratta di rottura totale del tendine d’Achille, verrà operato e poi inizierà un lungo tempo di recupero. Si va da un minimo di 8 ad un massimo di 12 mesi.

Per i cestisti, però, sembra che si vada sempre verso l’anno solare di stop: il suo compagno DeMarcus Cousins ha saltato 11 mesi, John Wall dovrebbe saltarne anche più di 12 e tornare direttamente ad inizio della stagione 2020/21. Stessa sorte della stella degli Wizards, verosimilmente, toccherà a Kevin Durant.

Da capire ora cosa succederà nella free agency: deciderà di esercitare l’opzione da 31.5 milioni (se non giocherà tutta la stagione, l’80% glielo pagherà l’assicurazione) e restare agli Warriors, oppure svincolarsi e decidere dove firmare, con la nuova squadra che deve essere conscia che non avrà la sua stella per tutto il 2019/20, o quasi. E quando tornerà, probabilmente perderà un 10-15% dell’esplosività e della forza che ha costruito in questa prima parte di carriera. KD compirà 31 anni nei prossimi mesi.

Così lui stesso ha voluto annunciare la bruttissima notizia:

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy