La Eastern Conference NBA ai nastri di partenza

Analizziamo il mercato di ogni singola franchigia ad Est e facciamo le preview della Eastern Conference NBA, con tanto di pronostici.

di La Redazione

CENTRAL DIVISION

Bleacher Report

di Marco Battaglia

Analizziamo i movimenti di mercato della Eastern Conference, guardando anche a come le 15 squadre scenderanno sul parquet. Oltre ad immancabili pronostici.

Qui invece trovate la Western Conference.

MILWAUKEE BUCKS

PG – Holiday J., Augustin D. J., Adams J.;

SG – Divincenzo D., Forbes B., Connaughton P., Merril S.;

SF – Middleton K., Craig T., Graham T., Antetokounmpo T.;

PF – Antetokounmpo G., Wilson D. J., Nwora J.;

C – Lopez B., Portis B., Patton J.

 

Il top team per vittorie in NBA nella scorsa stagione (56-17 il record) vuole cercare di puntare ancora forte al titolo grazie all’aiuto che riceveranno in primis dal back to back MVP Giannis Antetokounmpo e dai tanti ottimi giocatori arrivati in questa finestra di mercato: il primo è Jrue Holiday (che prenderà il posto in point guard che era di Eric Bledsoe), poi Bobby Portis (che rinforzerà il reparto lunghi visto l’addio del gemello Robin Lopez), Augustin, Forbes, Craig, Patton, Adams e i rookie Merril e Nwora.

Chissà se questo basterà ai Bucks per vincere e, soprattutto, per convincere “The Greek Freak”, che ha da poco presentato la sua nuova scarpa targata Nike, a rinnovare il suo contratto (proposto un rinnovo da 5 anni per 230 milioni di dollari)?

Pronostico: 55W – 17L

Getty Images

INDIANA PACERS

PG – Brogdon M., Holiday A., McConnell T. J., Leque J.;

SG – Oladipo V., Lamb J., Sumner E., Stanley C.;

SF – Warren T. J., Holiday J., Martin K., Bowen II B.;

PF – Sabonis D., Sampson J., McDermott D.;

C – Turner M., Bitadze G.

Resta Victor Oladipo (convinto a rimanere dal cambio di allenatore), resta Justin Holiday, 3 anni a 18 milioni di dollari, resta Jakarr Sampson (al minimo salariale) ma va via Nate McMillan, ormai ex coach artefice della recente buona crescita della squadra ma con poco feeling con i giocatori.

Al suo posto arriva Nate Bjorkgren, ex assistente ai Raptors con cui è stato campione nel 2019, che punterà a proseguire il buon lavoro di McMillan e ad affinare ulteriormente il talento di Tj Warren, esploso nella bolla di Orlando con 34.8 punti di media a partita, e compagni; saltati invece gli arrivi di Bogdan Bogdanovic e di Gordon Hayward, quest’ultimo scambio saltato a causa dell’ostracismo dei Celtics nei confronti di Myles Turner che sarebbe stato inserito come contropartita tecnica.

Pronostico: 44W – 28L

ESPN.com

DETROIT PISTONS

PG – Rose D., Hayes K., Lee S.;

SG – Wright D., Ellington W., McGruder R.;

SF – Grant J., Mykhailiuk S., Jackson J., Musa D.;

PF – Griffin B., Doumbouya S., Bey S.

C – Plumlee M., Okafor J., Stewart I.

Il nome forte è sicuramente quello di Jerami Grant, passato in maglia Pistons da free agent dopo l’ottima stagione giocata ai Nuggets, che firma a 60 milioni di dollari; i restanti pezzi del puzzle sono giocatori destinati a supportare la totale ricostruzione che la squadra dovrà affrontare nelle prossime stagioni (Dedmon, Plumlee, Okafor, Ellington, Wright, McGruder, Jackson e i rookie Hayes, Stewart e Bey).

Vedremo anche che ne sarà di Derrick Rose e Blake Griffin, che sembrano entrambi destinati a cambiare aria (anche se Griffin ha posato per le foto della nuova maglia city edition della squadra).

Pronostico: 34W – 38L

NBA.com

CHICAGO BULLS 

PG – White C., Satoransky T., Arcidiacono R.;

G – LaVine Z., Temple G., Mokoka A., Norvell Jr. Z.;

SF – Porter O., Valentine D., Hutchinson C.;

PF – Markkanen L., Young T., Williams P.;

C – Carter Jr. W., Gafford D., Vonleh N., Kornet L., Felicio C.

Non c’è molto da segnalare nei Bulls che si apprestano ad affrontare la stagione 2020/2021 e lo si deduce facilmente leggendo i nomi del roster.

Squadra in totale ricostruzione e che avrà, per il quarto anno consecutivo, Zach LaVine nel ruolo di stella della squadra (nonostante ci siano voci, non confermate, su una possibile sua partenza). Tanti invece i nuovi nomi (Temple, Vonleh, Norvell Jr. e il rookie Patrick Williams che firma già un contratto da 4 anni e 7 milioni di dollari all’età di 18 anni), giocatori che probabilmente non riusciranno neanche a coprire, in termini tecnici, l’uscita di Kris Dunn, passato in maglia Hawks.

Rimangono però vive anche le voci di un interessamento verso Kemba Walker, che però sembra un’operazione alquanto difficile.

Pronostico: 29W – 43L

NBA.com

CLEVELAND CAVALIERS

PG – Garland D., Dellavedova M., Mooney M.;

SG – Sexton C., Exum D., Dotson D., Randolph L.;

SF – Okoro I., Osman C., Porter Jr. K., Windler D.;

PF – Love K., Nance Jr. L., Wade D.,;

C – Drummond A., McGee J., Maker T., Bolden M.

Poco da dire sui Cavaliers che, anche loro in totale rebuilding, perdono Tristan Thompson, che va ai Boston Celtics, tengono Andre Drummond (che esercita la player option da 28 milioni di dollari) e Matthew Dellavedova, e prendono McGee, Dotson, Maker e i rookie Okoro (a detta di molti, un’ala piccola con grandissima mentalità difensiva e che potrebbe essere destinato a partire già titolare) e Randolph.

Vedremo anche se Kevin Love, giocatore più rappresentativo della squadra, avrà intenzione di rimanere per fare da chioccia a tanti giovani più o meno talentuosi (Garland e Sexton su tutti) o se avvertirà la necessità di competere a un altro livello.

Pronostico: 24W – 48L

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy