G League, a febbraio partirà la stagione: 18 squadre in una “bolla”

La località deve ancora essere annunciata, ma probabilmente si svolgerà nella zona di Atlanta.

di La Redazione

La stagione di G League alla fine si farà. Con molte meno squadre rispetto alle trenta che ne avevano diritto, ma per evitare contatti e rischi di contagio, molte franchigie NBA hanno deciso di non mandare le loro affiliate nella bolla. Probabilmente sarà ad Atlanta, ma verrà comunicata successivamente.

Ci sono 17 squadre affiliate a quelle NBA, più la G League Ignite che è la formazione con i giovanissimi prospetti per il draft 2021 più alcuni veterani.

In questa stagione ci sono anche Nico Mannion, two-way player dei Golden State e Santa Cruz Warriors, e Paul Eboua, che firmerà un contratto con i Long Island Nets se deciderà di restare oltreoceano.

Queste le squadre che dovrebbero essere presenti. Tra parentesi le squadre affiliate in NBA.

Agua Caliente Clippers of Ontario (Clippers)

Austin Spurs (Spurs)

Canton Charge (Cavaliers)

Delaware Blue Coats (Sixers)

Fort Wayne Mad Ants (Pacers)

Lakeland Magic (Magic)

Long Island Nets (Nets)

Memphis Hustle (Grizzlies)

Oklahoma City Blue (Thunder)

Raptors 905 (Raptors)

Salt Lake City Stars (Jazz)

Santa Cruz Warriors (Warriors)

Westchester Knicks (Knicks)

Greensboro Swarm (Hornets)

Iowa Wolves (Timberwolves)

Erie BayHawks (Pelicans)

G League Ignite

Non ci saranno i Capital City Go-Go (Wizards) ma i loro giocatori andranno agli Erie BayHawks (Pelicans). Ci saranno sicuramente altri accordi di questo tipo nelle prossime settimane.

clutchpoints.com
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy