Gli Utah Jazz cambiano proprietario dopo 35 anni

Il nuovo proprietario è molto giovane, nel pacchetto compresa anche l’arena e la franchigia di G League.

di La Redazione

Gli Utah Jazz dopo 35 anni non saranno più guidati dalla famiglia Miller. Già da qualche anno stavano provando a vendere, ora è ufficiale il passaggio di consegne a Ryan Smith, a capo di una cordata che ha investito 1.6 miliardi di dollari. Il quarantenne Smith è fondatore della Qualtrics e oltre alla franchigia ha acquistato anche la Vivint Arena; è da sempre un tifoso dei Jazz e ha aiutato la squadra a raccogliere oltre 25 milioni di dollari per beneficenza.

La famiglia Miller ha salvato gli Utah Jazz a metà degli anni ’80, mantenendo la squadra a Salt Lake City e portandola a 16 stagioni con almeno 50 vittorie, 9 titoli di Division e 2 di Conference.
La squadra oggi è piuttosto competitiva, e tutti i componenti principali dello staff (coach, presidente e general manager), compresa la stella Donovan Mitchell, rimarranno invariati nonostante il cambio di proprietà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy