Houston Rockets, lascia il “mago” della difesa Jeff Bzdelik

Houston Rockets, lascia il “mago” della difesa Jeff Bzdelik

L’architetto della fase difensiva dei Rockets si ritira a 65 anni.

di Andrea Indovino, @Andreaind3

Cambiamento in vista per gli Houston Rockets, quando ormai mancano una manciata di giorni all’apertura ufficiale del training camp per la franchigia texana. L’associate head coach Jeff Bzdelik, architetto della sesta miglior difesa della lega lo scorso anno, ha deciso di chiudere qui la carriera in NBA, all’età di 65 anni.
Bzdelik ha informato l’allenatore Mike D’Antoni e il direttore generale Daryl Morey della sua decisione, presa nella giornata di domenica. Scelta non facile, ma il richiamo della ‘pensione’ per tutta l’estate lo ha convinto a lasciare, e non ci sono problemi di salute dietro tale decisione.

La difesa di Bzdelik si è evoluta in una delle migliori della NBA la scorsa stagione, ciò ha fatto sì che il rendimento dei texani crescesse esponenzialmente rispetto alle passate stagioni. Molti giocatori, tra i quali James Harden che non è un arcigno difensore, hanno beneficiato di questa cura, migliorando di gran lunga l’efficienza sotto il proprio tabellone.

Bzdelik ha iniziato nella NBA 30 anni fa come scout, lavorando per Pat Riley con i New York Knicks e diventando capo allenatore dei Denver Nuggets dal 2002 al 2004. Attivo anche nel contesto del basket universitario, poiché ha ricoperto il ruolo di capo allenatore di Air Force, Colorado e Wake Forest.

Gli subentrerà, con ogni probabilità, l’assistente Roy Rodgers, che dovrebbe assumersi la maggior parte delle responsabilità difensive, ma secondo fonti ESPN sarà affiancato da altri membri dello staff di cui però al momento non si conoscono ancora i nomi.

 

  • di Andrea Indovino
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy