Inizia l’era Nike in NBA

Terminata la Summer League, l’NBA ha finalmente dato inizio alla transizione da Adidas a Nike che verrà completata in autunno

di Gianluca Lo Nostro

L’NBA è pronta a “cambiare look”. Con un comunicato ufficiale pubblicato sul sito della Nike, è stato ufficializzato l’inizio della partnership tra Nike ed NBA per la produzione delle divise da gioco e da allenamento. Dopo aver siglato nel 2015 un accordo della durata di 8 anni, il brand americano si prepara a rivoluzionare il mondo delle casacche da pallacanestro. Per la prima volta una maglia da basket rispecchierà le forme e le necessità dei giocatori in campo, con particolare attenzione al tessuto, leggero e in microfibra, che permetterà di rilasciare meglio il sudore. Inoltre, le tradizionali “home and away jerseys” verranno rimpiazzate dalle cosiddette Editions, quattro per l’esattezza:
The Association Edition, la divisa casalinga bianca per tutte quante le squadre (tranne per i Lakers che vestono in gialloviola, la versione domenicale bianca sarà una delle due classiche);
The Icon Edition, che sostituirà la “road jersey” e avrà il colore principale della franchigia;
Classic Edition, due canotte con dei rimandi al passato e alla storia della squadra.

Mentre le prime due verranno annunciate e mostrate ai tifosi dai rispettivi team nel corso di quest’estate, per le “Classic Edition” bisognerà aspettare l’autunno prossimo.

Finora solo la maglia dei Golden State Warriors è stata rivelata da Nike, ma la 2K Sports si è lasciata scappare la “Icon Edition” dei Toronto Raptors, visibile nella copertina canadese di NBA 2K18 in cui figura DeMar DeRozan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy