Kevin Durant potrebbe portare i Golden State Warriors in tribunale

Kevin Durant potrebbe portare i Golden State Warriors in tribunale

KD con tutta probabilità lascerà i vice campioni in carica, anche a causa della cattiva gestione del suo infortunio. Che potrebbe costare cara agli Warriors…

di La Redazione

Kevin Durant dovrebbe lasciare i Golden State Warriors, ma potrebbe farlo con una causa in tribunale che costerebbe fino a 1 miliardo di dollari ai vice campioni in carica.
Pare infatti che KD sia molto arrabbiato con gli Warriors per come si è infortunato al tendine d’Achille. Per aggiungere benzina sul fuoco, il suo compagno di squadra Andre Iguodala in settimana ha spiegato che gli Warriors, pur sapendo che lui aveva una frattura alla gamba, hanno minimizzato spingendolo a tornare in campo durante le finali.

Pochi minuti dopo essere tornato in campo, Kevin Durant si è infortunato al tendine d’Achille, nonostante lo staff medico degli Warriors gli avesse assicurato che il suo problema al polpaccio non sarebbe potuto peggiorare in alcun modo giocando. Jay Williams, amico di KD e conduttore di uno show su ESPN, ha confermato davanti alle telecamere che a Durant era stato detto che non ci sarebbe stato il rischio di un infortunio al tendine d’Achille.

Nessuna squadra può obbligare un giocatore a scendere in campo, la decisione dev’essere condivisa da entrambe le parti (vedere il caso Kawhi-Spurs dell’anno scorso, quando i medici di San Antonio avevano dato il via libera al ritorno in campo di Leonard, il quale però non si sentiva pronto ed è rimasto in borghese per tutto il resto della stagione). Pare però che anche i medici personali di KD lo avessero rassicurato riguardo ai rischi di un ritorno in campo per le Finali, il che comunque non legittimerebbe la negligenza dello staff degli Warriors. Sempre secondo Jay Williams, gli Warriore avrebbero forzato i tempi di rientro di Durant immaginando che il #35 non sarebbe rimasto con loro ancora a lungo.

Il problema maggiore per Durant, è che si parla di un infortunio al tendine d’Achille; secondo una ricerca del 2013 comparsa sull’American Journal of Sports Medicine, dopo aver sofferto un infortunio simile meno del 39% dei cestisti riesce a giocare in NBA, e di questi il 27% ha giocato solo una stagione prima di ritirarsi. Pare quindi molto probabile che Durant non sarà più quello che eravamo abituati a vedere.
Una carriera più corta, magari anche a un livello più basso di quello raggiunto finora, potrebbe costare dei bei milioni di dollari a KD, il quale potrebbe quindi chiedere i danni ai Golden State Warriors.
Visto lo status di Durant a questo punto della sua carriera, se la stessa dovesse disgraziatamente concludersi, l’ammontare delle perdite dello stesso potrebbero raggiungere l’astronomica cifra di 1 miliardo di dollari, che KD potrebbe chiedere come danni alla sua ormai quasi certa ex squadra.

 

  • da sportslawinsider.com, di Daniel Lust
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy