Kevin Love sul mercato, D’Angelo Russell forse

Kevin Love sul mercato, D’Angelo Russell forse

Iniziano a muoversi le voci di mercato. Molti degli atleti potranno essere scambiati dal 15 dicembre.

di La Redazione

Kevin Love potrebbe presto lasciare Cleveland, secondo quanto riportato da Wojnarowski di ESPN. I Cavaliers non hanno fretta ma se arrivasse l’offerta giusta, sarebbero pronti a lasciar partire il loro #0.

Kevin Love è in Ohio dal 2014, ha giocato 373 gare totali tra regular season e Playoffs e ha disputato quattro finali NBA vincendo quella del 2016. Quest’anno ha saltato le prime gare, poi da lì sta tenendo medie poco sotto ai 17 punti e 11 rimbalzi in 17 partite.

L’ex ala dei Timberwolves cinque volte All Star è nel primo anno dell’estensione quadriennale da 120 milioni firmata la scorsa estate. Ciò che preoccupa di più le altre squadre è che il 31enne ha giocato solo 81 gare di regular season nelle ultime due stagioni.

Un altro nome caldo tra gli All Star che non sono sicuri di rimanere nella squadra attuale è D’Angelo Russell. Appena tornato dall’infortunio, quest’anno ha disputato 12 gare con gli Warriors segnando 22.3 punti e smazzando 6.2 assist tirando con percentuali da 45-35-75.

Secondo Sean Deveney di Heavy.com, il #0 di Golden State non verrà scambiato nella prossima finestra di mercato ma quasi sicuramente si attende l’estate, così da capire anche che scelta avranno gli Warriors al draft. Russell ha firmato un quadriennale da 117 milioni con i Nets prima di essere scambiato nell’affare Durant.

Russell ha rivelato qualche settimana fa che Minnesota era l’alternativa nel caso in cui Golden State non avesse chiuso lo scambio: i Timberwolves potrebbero riproporre uno scambio con quelli di San Francisco visto che nelle ultime gare partono con Culver, Okogie e Graham in quintetto, tutte guardie ma nessuna point guard, con Teague e Napier che entrano solo a partita in corso. Bob Myers e la dirigenza gialloblù vorrebbero in cambio Robert Covington, mentre Minnesota sarebbe disposta a cedere Jeff Teague: Covington guadagnerà 25 milioni nei prossimi due anni, mentre Teague ne prende 19 quest’anno ma è in scadenza a fine stagione.

Se non si concretizzasse lo scambio con Minny, allora gli Warriors potrebbero ascoltare le offerte di Orlando, Miami, Detroit e Chicago, tutte bisognose di una point guard con punti nelle mani. Vedremo nei prossimi mesi, di sicuro la dirigenza di Golden State non ha fretta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy