LeBron James, una nuova sfida di numeri (e premi?)

0

Come in un film. LeBron è volato a Los Angeles, ha incontrato Magic Johnson nella sua bellissima casa da 23 milioni di dollari e ha firmato il contratto più importante della carriera. Il Re nella città degli angeli è la storia che si incontra e prova a cambiare il corso degli eventi. Ancora una volta. Lo aveva già fatto più volte e in effetti ha iniziato a farlo quando ha messo piede per la prima volta in NBA, 15 stagioni fa. Da quella partita di debutto contro i Kings, l’NBA ha preso una direzione precisa. I numeri non sono sempre fedeli compagni e per descrivere la grandezza di quest’uomo potrebbero non bastare, ma aiutano gli scettici ad aprire gli occhi, se non adesso quando dirà basta. Nel frattempo chi ha voglia di goderselo oggi prende appunti con questa infografica creata dai nostri amici di StampaPrint:

Stampa Print
Fonte infografica: Stampa Print

Più di 1000 partite in NBA con le maglie di Cleveland e Miami nelle quali ha messo a segno oltre 31mila punti, più di 8400 rimbalzi e 8200 assist. And counting. Sì, perché ai Lakers potrebbe iniziare la sua seconda giovinezza, messo al centro di un progetto giovane e ambizioso. Tenterà la nuova scalata all’MVP, trofeo già vinto 4 volte, e ovviamente all’anello, vinto 3 volte con altrettanti premi di miglior giocatore delle Finals. Dal Rookie dell’anno vinto nel 2003, è stato pluripremiato come giocatore del mese (nessuno come lui) e ha portato a casa 14 convocazioni per l’All-Star Game. Ne arriveranno altre, nonostante la più dura concorrenza a ovest. Niente che possa spaventarlo, la storia è solo all’inizio. We are all witnesses.