Luka Doncic. Un inizio di stagione da MVP

Luka Doncic. Un inizio di stagione da MVP

La stella dei Mavs è diventato il più giovane giocatore nella storia della NBA a registrare due triple doppie in un back-to-back (lo scorso weekend contro Lakers e Cleveland). Il primo giocatore dall’epoca di Oscar Robertson a segnare almeno 25 punti, 10 rimbalzi, 15 assist. Odore di candidatura a MVP.

di Alessandro Elia

Se il buongiorno si vede dal mattino… La seconda stagione in NBA di Luka Doncic è iniziata davvero sotto i migliori auspici. I suoi Dallas Mavs hanno un 4-2 niente male sconfitti soltanto da Portland di due punti e Lakers all’overtime. Massimo esponente di questo avvio è senz’altro l’astro sloveno che ha iniziato alla grande il suo cammino, andando forse anche al di sopra delle aspettative.
Nell’ultimo fine settimana Doncic ha tenuto una media di 31 punti, 13 rimbalzi e 15 assist nelle due partite contro Lakers e Cavs. Prestazioni che lo hanno fatto diventare il più giovane giocatore nella storia della NBA a fare due triple doppie in un back-to-back, spodestando dal primo posto niente meno che Magic Johnson. Sviscerando le statistiche si vede poi che l’asso di Lubiana è il primo giocatore da Oscar Robertson (1965) a segnare almeno 25 punti, 10 rimbalzi e 15 assist in due partite giocate in due giorni di seguito.
Nelle prime 6 partite il rookie dell’anno 2019 ha medie sontuose con 26.7 punti,  10.3 rimbalzi e 9.5 assist. Tira con il 46.4% da due, 35.2% da tre e l’80.4% ai liberi. Cifre che se mantenute collocheranno di diritto Doncic tra i maggiori candidati per la lotta al titolo di MVP che sarebbe un risultato impensabile considerando l’inesperienza e la sua giovane età. Con i suoi 21, da compiere il prossimo 28 febbraio, Doncic sarebbe il più giovane MVP della storia del NBA superando Derrick Rose che vinse nel 2011, quando aveva 22 anni, il Maurice Podoloff Trophy.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy