Middleton potrebbe rimanere ai Bucks a lungo

Il neo All Star ha parlato della franchigia del Wisconsin.

di La Redazione

Khris Middleton è stato inserito tra le riserve dell’All Star Game 2019 ed è uno dei 4 giocatori di questa stagione (qui tutti i partecipanti) ad essersi guadagnato la prima chiamata in carriera: “Sono suo compagno da 6 anni e non l’ho mai visto sorridere così tanto”, ha detto Antetokounmpo riguardo alla reazione di Middleton dopo che gli hanno comunicato di essere ufficialmente un All Star.

Per lui 17.3 punti, 5.7 rimbalzi e 4.2 assist, quasi tre punti in meno dello scorso anno (ma tira anche meno). Dopo essere stato scelto nel 2012 al secondo giro da Detroit, venne spedito l’anno dopo a Milwaukee nella trade per Jennings e pian piano è diventato un pezzo inamovibile dello scacchiere dei Bucks. Nella serie di 7 partite con Boston ha segnato 24.7 punti di media con il 61% dall’arco, compresa una inutile gara-7 da 32 punti.

A fine stagione il #22 ha la possibilità di esercitare la player option da 13 milioni, oppure diventare free agent e sondare il mercato. La situazione più ovvia è che non sfrutti l’opzione e firmi un rinnovo contrattuale con la franchigia del Wisconsin. Cosa che potrebbe accadere, come lui stesso fa intuire nell’intervista di Malika Andrews di ESPN: “Giannis è stato qui tutta la sua carriera e non ci ha mai detto o non ci ha mai fatto credere che volesse andarsene. Da quello che so, vuole stare qui per tutta la sua carriera e per me vale lo stesso. Per noi, non è questione di essere nel mercato giusto, ma essere nella squadra migliore. Questa franchigia ha fatto di tutto per fare in modo che avessimo successo”.

Le sue parole tranquillizzano i tifosi dei Bucks, che sperano in un suo rinnovo perché, se così non fosse, l’ala rischia di andarsene a fine stagione senza che Milwaukee riceva nulla in cambio. Se rinnova al massimo con la franchigia del Wisconsin il 27enne potrà puntare ad un massimo di 190 milioni per 5 anni, mentre se dovesse andare via (Lakers, Clippers, Knicks, Sixers e Cavaliers le più interessate a lui, Dallas dovrebbe essersi fatta da parte dopo la trade di ieri) guadagnerebbe al massimo un quadriennale da 140 milioni.

Per lui oggi 18 punti, 6 rimbalzi, 4 assist e 2 rubate (tirando con un fantastico 7/9 dal campo) nella netta vittoria dei Bucks contro i diretti rivali di Toronto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy