Nba, Brandon Jennings: “E’ tempo di diventare un all-star”

0

Gli infortuni patiti nell’ultima stagione però ne hanno rallentato la crescita, avendo saltato 19 partite. Jennings infatti deve lavorare ancora molto sul suo tiro in sospensione che lascia molto a desiderare e anche negli assist potrebbe fare meglio.

Quest’estate il play di Milwaukee ha recuperato da tutti gli acciacchi fisici ed è pronto a stupire l’Nba nella prossima stagione: “Sto lavorando molto sui fondamentali – ha detto Jennings – L’anno prossimo sarà il mio terzo anno e ho bisogno di affermarmi come una delle migliori point guard e uno dei migliori giocatori in assoluto. Lavorare con Scott Skiles (prima del lockout, ndr), mi ha fatto avere un approccio diverso al gioco. Sarà il mio terzo anno, quindi è il momento di diventare un all-star”.

Per diventare una stella della Nba però la concorrenza da battere a Est è tosta: Rose, Williams, Rondo e Billups non sono proprio gli ultimi della classe. Comunque il fatto che Jennings stia lavorando molto durante l’estate è di buon auspicio per Milwaukee che spera nel definitivo salto di qualità dell’ex Roma per poter fare meglio dello scorso anno.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here