Nba: il punto in vista dei playoff

0
bleacherreport.net

EASTERN CONFERENCE

In sette già qualificate nella Eastern Conference, si attende di individuare l’ottava, con Atlanta in vantaggio rispetto ai Knicks. Ai fini della post season, non cambierebbe nulla, perchè entrambe sarebbero la vittima sacrificale presumibilmente degli Heat. Ad est, anche quest’anno, nessuna novità, a parte i Raptors, che dovrebbero arrivare terzi. Sorprendenti i soliti Bulls, senza Rose attualmente quarti del ranking. La lotta tra Raptors e Bulls, ad est, è la cosa più entusiasmente in questa Eastern priva di emozioni, perchè chi arriva terzo evita i Nets e questi Nets, nei playoff, fanno paura a tutti, quantomeno al primo turno.

Detto questo, ai fini dei playoff, difficile vedere una finale diversa rispetto a quella della scorsa stagione, ovvero Pacers contro Heat ma, se fino a poco tempo fa davamo i Pacers più uniti in vista dell’obiettivo finale, adesso gli Heat, nonostante anche loro abbiano avuto un calo di rendimento, sono decisamente avanti, con i Pacers che stentano a ritrovarsi. In quest’ottica, se ad Indiana non ritroveranno in fretta la quadratura, possibile un colpo gobbo targato Nets o Bulls, o magari Raptors. Possibile ma onestamente molto difficile.

Quanto alle altre, Wizards, Bobcats e Hawks sarebbero felici già di esserci, con i Wizards che dalla sesta posizione potrebbero provare ad insidiare Raptors o Bulls.

WESTERN CONFERENCE

Questa Western rappresenta l’emblema dell’ingiustizia. E’ inammissibile che una tra Grizzlies , Suns e Mavs alla fine resti fuori dai playoff, con i Warriors che ancora non sono certi del passaggio in post season nonostante un 63% di vittorie attuale. Da anni si parla di creare un sistema variabile nei casi come questo, inserendo la nona di una conference in luogo dell’ottava dell’altra, se detentrice di un record negativo. Purtroppo non se n’è mai fatto nulla e così avremo Hawk o Knicks in un luogo di una delle citate franchigie del pacifico, tutte formidabili rispetto a quelle dell’est.

Ad ogni modo, ad Ovest si farà sul serio dal primo turno, con battaglie presumibilmente epiche, fare pronostici è impossibile. Certo, le favorite sono sempre le solite, Spurs e Thunder, con i Clippers subito dietro ed in gran forma, seguiti a razzo  da Rockets e Blazers. Ma Warriors e due tra Mavs, Suns e Grizzlies non sono certo delle vittime sacrificale come ad est potrebbero essere Bobcats e Hawks.

Di certo, a San Antonio eviterebbero volentiere i Mavs in un derby texano che è sempre molto insidioso. Sarebbero meglio i Grizzlies oppure perfino i Suns, giovani e forti ma nel complesso inferiori a quelli neroargento di San Antonio. Gli Spurs devono provarci, sono di gran lunga la migliore squadra e, se integri, partono favoriti anche se potrebbero risentire di serie lunghe e spossanti. Quanto ai Thunder, con l’mvp in squadra non puoi non puntare al titolo, in molti tra gli addetti ai lavori dicono che non è ancora arrivato il loro momento ma, spesso, quando si parte da underrated, si ottengono grandi risultati.

Arrivare primi o secondi fa la differenze, perchè consente di evitare i Clippers in una eventuale semifinale di conference, e questi Clippers potrebbero essere davvero una grande sorpresa. Dietro le possibili outsider, ovvero Rockets, Blazers e Warriors, le tre che potrebbero fare qualcosa di insolito, le mine vaganti, con un presumibile scontro tra Rockets e Blazers al primo turno che si preannunzia sin da ora davvero entusiasmante.

Che dire amici.. manca poco, ci sarà da diverstirsi, a breve cominciano le notti dei playoff NBA!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here