NBA in Australia, sogno o realtà?

0
onlyagame.wbur.org

Il primo a volere una gara giocata in Australia era Andrew Bogut. Tuttavia, dopo l'”Australia Day Game” a cui ha presenziato, anche LeBron James ha supportato il #12 dei Warriors.
“Dellavedova e Irving devono avere la possibilità di giocare un incontro a casa loro”, ha detto LBJ, “se ovviamente ci sono le basi per organizzare il tutto”. Ha poi continuato il #23 dei Cavs: “Non sono mai stato in Australia e mi piacerebbe molto. Sydney e Melbourne sono due belle città, da quello che mi hanno detto i miei compagni”.

Viene quindi in soccorso Bogut, il primo promotore di questa idea: “Giocare l’Australia Day a Cleveland è stato molto bello, ma è solo l’inizio per uno stato che si è avvicinato tantissimo alla NBA: prima c’ero solo io, ma ora siamo in 7. Servono sponsor e un’arena, ma spero che nei prossimi anni sia realizzabile”.
Casomai anche con Ben Simmons, la stellina di LSU che sta incantando il mondo NCAA e quasi certo di una prima chiamata al prossimo draft.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here