NBA, nasce la Basketball Africa League in collaborazione con la FIBA

NBA, nasce la Basketball Africa League in collaborazione con la FIBA

L’NBA sta creando una nuova lega professionista in Africa. Si chiamerà Basketball Africa League, figlia di una collaborazione tra NBA e la FIBA.

di La Redazione

L’NBA sta creando una nuova lega professionista in Africa. Si chiamerà Basketball Africa League, figlia di una collaborazione tra NBA e la FIBA (organismo di governo della pallacanestro mondiale), resa nota lo scorso sabato 16 febbraio. Il piano iniziale prevede che la lega venga composta da 12 squadre ed inizi a gennaio, con l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama tra coloro che dovrebbero essere coinvolti in prima persona per quanto riguarda le operazioni preliminari della lega.

 

È ancora da stabilire quali squadre dei club già esistenti faranno parte del campionato. I tornei di qualificazione si terranno entro la fine dell’anno per determinare con esattezza quali saranno i club, con squadre provenienti da Angola, Egitto, Kenya, Marocco, Nigeria, Ruanda, Senegal, Sudafrica e Tunisia. Due il numero massimo di squadre per ogni nazione partecipante, in un formato che richiamerà la formula della Uefa Champions League di calcio. A tal proposito, Bet365 propone scommesse su quelle che in questo momento sono le formazioni più quotate alla vittoria finale della massima competizione europea.

 

Tornano al nuovo accordo, il torneo di qualificazione alla competizione continentale dovrebbe iniziare nella seconda parte del 2019. “Visto che abbiamo parlato di questo concetto negli ultimi mesi, c’è stata un’enorme accoglienza da parte di molti dei nostri proprietari di team NBA”, ha affermato Adam Silver. “Molti dei nostri partner hanno anche espresso interesse a lavorare con noi in Africa”. Silver ha detto che Pepsi e Nike’s Jordan Brand sono tra i partner che già sostengono l’NBA e che hanno dichiarato di voler far parte del campionato africano. Silver ha anche rivelato che Obama – grande fan e conoscitore di basket – gli avrebbe detto di voler assumere un ruolo importante nel campionato, i cui dettagli devono ancora essere determinati. “C’è stata un’intesa fantastica”, ha affermato Silver. Obama ha parlato attraverso un video che è stato mostrato durante l’evento in cui Silver ha annunciato il campionato. “Attraverso lo sport, se ci metti uno sforzo, sarai ricompensato”, le parole dell’ex presidente degli USA. Il coinvolgimento della NBA e della FIBA ​​includerà un ingente supporto finanziario e diverse risorse per la continua crescita di questo sport nel continente africano, oltre a fornire formazione per giocatori, allenatori e arbitri, più alcune nuove e moderne infrastrutture per il nuovo campionato. Secondo quanto affermato da Silver, ci sono più di 400 società esistenti in Africa che generano oltre 1 miliardo di dollari all’anno, sebbene dal punto di vista sportivo non vi è stata ancora la stessa crescita. “L’Africa ha un enorme motore economico”, ha detto Silver.

 

L’NBA ha tenuto tre partite in Africa dal 2015, tutte esaurite – due partite a Johannesburg, l’altra a Pretoria. Molti degli attuali giocatori e allenatori del campionato, insieme a diverse leggende e Hall of Fame, hanno fatto parte di questi viaggi. “Sono stato con loro l’anno scorso”, ha detto Kareem Abdul-Jabbar. ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense. “L’NBA raggiunge tutto il mondo”. La lega ha già un organo in Sud Africa che ha contribuito a creare 87 strutture per l’apprendimento e il gioco in sette nazioni africane e 13 giocatori che sono nati in Africa erano presenti nelle opening night della NBA in questa stagione. E’ giù stata costruita anche un’accademia in Senegal inaugurata quasi due anni fa. “È una grande gioia vedere la nostra partnership con la NBA entrare in un territorio inesplorato mentre lavoriamo insieme per la prima volta per massimizzare il potenziale della pallacanestro professionale in Africa”, ha dichiarato Andreas Zagklis, segretario generale della FIBA. Questo segna il primo passo fatto dalla NBA nei confronti di una lega al di fuori del Nord America. “Siamo entusiasti di lavorare a stretto contatto con la NBA per sviluppare e mettere in un posto un campionato professionale come nessuno che abbiamo mai visto nella nostra regione prima”, ha dichiarato il direttore esecutivo di FIBA ​​Africa, Alphonse Bile. “Attraverso la Basketball Africa League, possiamo fornire ai migliori club e giocatori il miglior ambiente possibile per competere per le puntate più alte”.

 

L’NBA ha infine affermato che ulteriori dettagli sul nuovo campionato verranno rilasciati nei prossimi mesi. Cresce nel frattempo l’attesa in tutti gli sportivi di saperne di più su quanto sarà di questa nuova lega. E soprattutto, quale sarà nello specifico il ruolo Barack Obama, che è già stato presentato all’interno del progetto senza una posizione ben definita? Prende sempre più piede l’ipotesi che l’ex presidente degli Stati Uniti possa fare da testimonial

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy