NBA Playoffs: Denver chiude la pratica e Phoenix eliminata, Celtics vincenti sui 76ers, sarà gara 7

0
https://www.cbssports.com/

Semifinale di Western Conference – GARA 6 – Footprint Center, Phoenix

DENVER NUGGETS @ PHOENIX SUNS 125-100 (44-26; 81-51; 103-76)

Finisce la prima semifinale di Conference a ovest con Denver che domina sul parquet di Phoenix e raggiunge la finale con un 125-100 in gara 6 che, visti i primi due quarti, poteva anche essere un successo molto più largo per Jokic e compagni. Nel primo quarto i padroni di casa tengono nei primi possessi, con Payne protagonista e le squadre praticamente appaiate. Negli ultimi cinque minuti, però, Jokic e Caldwell-Pope fanno il vuoto, piazzano un break da 25-2 chiuso dai liberi a segno dell’ex Lakers che vale il 44-26. Nel secondo periodo la situazione non migliora per i Suns, con Murray che martella il canestro e, nonostante l’ottima prestazione di Payne, permette di allungare ancora. Come se non bastasse, Denver piazza un altro break da 19-2 stavolta guidato da Jamal e gli ospiti si involano sul +30 a metà gara, 81-51.

Al rientro dalla pausa lunga le squadre sono imprecise al tiro, l’obiettivo di Denver è decisamente quello di abbassare i ritmi e controllare il vantaggio, con Jokic e Gordon che realizzano i canestri necessari all’obiettivo. Booker è praticamente assente in questa amara serata per i Suns, Landale e Durant ci provano ma è troppo poco, 76-103 al minuto 36. La gara è ormai compromessa, i padroni di casa non riescono a scendere dai venti punti di svantaggio, Jokic completa la sua consueta tripla doppia e i Nuggets portano a casa la vittoria quasi senza ostacoli davanti al proprio cammino. 125-100 è il finale al Footprint Center, i Suns salutano i playoff.

Nuggets: Jokic 32, Murray 26, Caldwell-Pope 21

Suns: Payne 31, Durant 23, Landale 13

Semifinale di Eastern Conference – GARA 6 – Wells Fargo Center, Philadelphia

BOSTON CELTICS @ PHILADELPHIA 76ERS 95-86 (29-22; 50-43; 71-73)

C’è una serie apertissima a Est dopo la vittoria dei Celtics a Philadelphia. Una gara 6 a basso punteggio, 95-86 il finale, ma che permette a Tatum e compagni di assicurarsi gara 7 e soprattutto di giocarsi il passaggio alle finali di conference in casa. Un match che sembrava dominato proprio dagli ospiti in avvio, con il 15-3 dopo i primi cinque di gioco ma che Philly è stata capace di rimettere subito in carreggiata grazie agli otto punti di Maxey e ai canestri di Embiid. Il vantaggio dei Celtics si è ridotto a sette punti nel finale di quarto, ma Brogdon mette la tripla del 29-22. Il vantaggio degli ospiti si allunga oltre la doppia cifra di vantaggio nel secondo periodo con i canestri di Marcus Smart e Jaylen Brown, ma i 76ers non hanno voglia di mollare la presa e si affidano all’ottima prestazione di Maxey per mettere ancora una pezza e portarsi sul 43-50 all’intervallo.

Philadelphia esce meglio dagli spogliatoi e nella parte centrale del quarto riesce a recuperare punto a punto sui Celtics fino al sorpasso firmato Harden con i due liberi a segno, 64-62. I 76ers tengono un minimo vantaggio fino al termine del periodo e si presentano agli ultimi dodici minuti in vantaggio, 73-71. Per Boston, però, questa partita vale una stagione, si accendono Tatum e Smart, Brogdon spara la tripla dall’arco, seguito da altre due bombe a segno del solito Tatum. I Celtics la ribaltano e tornano a guidare il match. Nel finale praticamente non si segna, i 76ers sono incapaci di reagire e rimangono schiacciati dalla forza del prodotto di Duke che nel momento più importante si è caricato la squadra sulle spalle ed è andato a vincere gara 6. Finisce 95-86, adesso si decide tutto al TD Garden.

Celtics: Smart 22, Tatum 19, Brown 17

76ers: Embiid 26, Maxey 26, Harden 13