La NBA testa i giocatori: 48 positivi al #covid al primo giro di tamponi

Le franchigie NBA hanno svolto tre tamponi prima del via dei training camp e sono risultati vari positivi al covid-19.

di La Redazione

Ogni franchigia NBA ha svolto un giro di tamponi con i giocatori a roster, massimo 20 per ogni squadra (compresi quei giocatori per il training camp).

Il risultato è di 48 positivi al covid, su un totale di 546 esaminati, per una percentuale appena sotto al 9%.

Ci si attendeva che qualche positivo ci potesse essere, visto che era la prima volta che i giocatori arrivavano presso la sede della propria franchigia dalla città di origine. Ora i positivi dovranno fare 10 giorni di assoluto isolamento, poi se saranno asintomatici e negativi al primo tampone potranno tornare in campo ad allenarsi. In attesa del secondo tampone, però, potranno solo svolgere lavoro individuale e con mascherina addosso. Se anche il secondo tampone è negativo, allora tornerà a pieno regime in squadra, altrimenti tornerà in isolamento.

Sarà una lunga stagione NBA, e non parliamo delle partite da disputare…

Under Armour
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy