NBA; Rose prolunga con i Bulls: c’è la firma sul quinquennale da 94 milioni

0

 

Questo pomeriggio si è tenuta una conferenza stampa per annunciare l’accordo: “Siamo entusiasti del fatto che Derrick abbia firmato un prolungamento – ha detto il general manager Gar Forman – Oltre ad essere un grande giocatore, è un vero e proprio leader all’interno della squadra. Inoltre ci colpisce la sua lealtà verso i compagni di squadra, la nostra organizzazione e la città di Chicago. Sarà un piacere vedere Derrick indossare la maglia dei Bulls per molti anni ancora”.

Il prolungamento del contratto non si può certo dire che sia una sorpresa, visto quello che finora ha fatto Rose con i Bulls. In soli tre anni di Nba, infatti, il playmaker nativo di Chicago si è affermato come uno dei giocatori più talentuosi della Lega. Dopo aver vinto il premio di Rookie of the Year, Rose ha continuato la sua ascesa raggiungendo un grande traguardo al terzo anno: vincere il premio Mvp della Nba, impresa riuscita in precedenza con i Bulls solo a Michael Jordan. Battuti quindi i vari LeBron James, Kobe Bryant e Dwyane Wade, grazie ad una stagione da 25 punti, 7,7 assist e 4,1 rimbalzi di media a partita. Inoltre è diventato il quinto giocatore nella storia della lega a far registrare almeno 2.000 punti, 600 assist e 300 rimbalzi in una sola stagione (i primi quattro sono Oscar Robertson, John Havlicek, Michael Jordan e LeBron James). Gli manca solo un anello, ma per quello ha ancora molto tempo.

“E’ un sogno che diventa realtà quello di giocare con i Chicago Bulls – ha commentato Rose – e con questo nuovo contratto il sogno continua. E’ un onore giocare nella città in cui sono cresciuto e sono molto grato per questa opportunità. Voglio che tutti i fan sappiano che mi sto impegnando al massimo affinché Chicago vinca un campionato Nba”.