Nessun accordo per l’inizio della nuova stagione NBA

Sul tavolo della decisione non solo le date per la nuova partenza

di Simone Zingaro

In questi giorni la NBA sta discutendo con la NBPA (associazione sindacale dei giocatori) riguardo l’avvio della stagione 2020/2021. I punti da risolvere riguardano le date, certamente, ma anche un’ingente somma di denaro.

Le due possibili date al momento sono il 22 dicembre e il 18 gennaio, il Martin Luther King Day. Seppure le parti al momento sembrano molto collaborative, per ripartire a dicembre servirebbe un accordo imminente, in tempi brevi. Il commissioner Adam Silver infatti sottolinea che le squadre hanno bisogno di tempo, per organizzare i training camp e la ripartenza.

Secondo Malcolm Brogdon – vicepresidente dell’associazione – molti giocatori vorrebbero iniziare a gennaio, ma questo sarebbe un grosso problema economico per la lega. Adrian Wojnarowski afferma che la data di inizio di gennaio potrebbe comportare una perdita da 500 milioni a 1 miliardo di dollari nella prossima stagione, mentre la mancanza di tifosi potrebbe far aumentare le perdite del campionato a oltre 4 miliardi.

Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy