Rajon Rondo: “Non c’era nessuno che poteva batterci per quattro volte”

Il play veterano è statoa una pedina fondamentale della corsa dei Lakers ai Playoffs.

di La Redazione

Rajon Rondo ha vinto il suo secondo titolo NBA, questa volta con i Lakers dopo il primo del 2008 con i Celtics. È il primo a riuscirci da quando i Lakers sono a Los Angeles, il secondo se contiamo Clyde Lovellette che ne vinse uno nel ’54 quando la franchigia era a Minneapolis.

Rajon Rondo ha spiegato com’è riuscito a dominare mentalmente nei Playoffs, risultando un fattore in molte partite, compresa gara-6 di NBA Finals. “Ho detto a me stesso che se riesco a restare con LeBron, non c’è nessuna squadra in grado di batterci quattro volte prima che noi li battiamo quattro volte”, ha detto Rondo a ESPN.

Il #9 dei Lakers era sicuro di vincere, e così è stato: nei Playoffs ha tenuto medie di circa 9 punti, 4.3 rimbalzi e 6.6 assist e il 46% al tiro, tutto in miglioramento rispetto alla regular season. “Playoffs Rondo” ha dimostrato di farsi sempre trovare pronto, anche nelle Finals dove ha faticato dal punto di vista realizzativo ma ha sempre fatto la cosa giusta in campo (a parte l’opaca gara-5 dove ha infatti vinto Miami). Nella decisiva G6 Rondo ha chiuso con 19 punti, 4 rimbalzi e 4 assist con un incredibile 8/11 al tiro, risultando determinante nel parziale del secondo quarto che ha deciso la partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy