NBA, San Antonio pronta a celebrare Manu Ginobili

NBA, San Antonio pronta a celebrare Manu Ginobili

La ’20’ neroargento salirà al cielo dell’AT&T Center.

di Andrea Indovino, @Andreaind3

Questa sera (nella notte italiana) i San Antonio Spurs ospiteranno i Cleveland Cavaliers in una gara da vincere, tanto importante dal punto di vista della classifica della Western Conference, quanto speciale: è importante perchè San Antonio punta con forza al quinto posto ad ovest, in una lotta al miglior piazzamento playoff che vede impegnate ben 4 squadre, e speciale perchè nel corso della stessa verrà celebrata una bandiera neroargento, Manu Ginobili.

E’ la partita che in Texas tutti vogliono vedere perché a fine gara salirà al cielo dell’AT&T Center la maglia n°20 di Manu Ginobili, che diventa così il nono giocatore nella storia degli Spurs a ricevere questo onore (con tre di loro – David Robinson, Tim Duncan e Bruce Bowen – ci ha giocato, e gli altri cinque sono Sean Elliott, Geore Gervin, Avery Johnson, Johnny Moore e James Silas). Un omaggio, per un giocatore che ha scritto pagine indelebili di storia della franchigia all’ombra dell’Alamo, ed al quale parteciperanno tante ex stelle che hanno diviso con lui il parquet, sia da compagni di squadra che da avversari: Andrés Nocioni, Fabricio Oberto, Pablo Prigioni, Alejandro Montecchia, Pepe Sànchez e Luis Scola, suoi connazionali, e anche suoi ex compagni quali Tony Parker e Tim Duncan, con quest’ultimo che ha già espresso grande emozione al solo pensiero di esserci e vivere questa serata particolare: “Manu ha dato tanto a San Antonio, fa parte della storia di questa franchigia. E’ giusto che venga celebrato nel miglior modo possibile. Se lo merita”.

Prima della palla a due, la squadra effettuerà il riscaldamento con addosso maglie speciali per celebrare Manu, mentre la cantante e cantautrice nativa argentina Michelle Leclerq canterà l’inno nazionale argentino immediatamente prima dell’inno statunitense intonato invece da Bruce Robison e Kelly Willis. I fans di tutto il mondo saranno incoraggiati a partecipare alla celebrazione inviando storie personali, momenti e messaggi sui social usando l’hashtag #GraciasManu.

Riavvolgendo il nastro, Manu si è ritirato dall’attività agonistica nell’estate 2018, lasciando un vuoto incolmabile nell’ambiente sperone. Ha vinto ben quattro titoli con gli Spurs ed è attualmente il leader della franchigia in triple riuscite e palle rubate. Sempre a livello individuale, ha ottenuto due selezioni all’All-Star Game, ma anche nella terza squadra All-NBA. E’ stato eletto miglior sesto uomo NBA nel 2008, ed ha la più alta percentuale di vittorie (72,1%) tra i giocatori che hanno disputato 1.000 gare o più. Anche a livello internazionale il fuoriclasse argentino ha conquistato svariati successi e riconoscimenti, tra cui il titolo olimpico nel 2004 e la vittoria dell’Eurolega nel 2001.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy