Tony Snell a Detroit per Leuer e la 30esima scelta

Tony Snell a Detroit per Leuer e la 30esima scelta

Si rinnova la collaborazione tra Milwaukee e Detroit dopo la trade per Maker a febbraio.

di La Redazione
Getty Images

Wojnarowski ha sentenziato che Milwaukee è riuscita a cedere Tony Snell, il quale percepirà 24milioni per le prossime due stagioni (player option da 12.1 milioni per il 2020/21). Va a Detroit insieme alla trentesima scelta di stanotte, mentre ai Bucks torna Jon Leuer, che aveva giocato nell’università del Wisconsin e poi pure la sua prima stagione NBA a Milwaukee. Detroit non eserciterà la team option da 4.3 milioni su Glenn Robinson III così avrà un po’ più di spazio di manovra. Nota a margine: la prossima stagione sarà l’ultima in cui i Pistons pagheranno Josh Smith (5.3 milioni del contratto “stretchato” nel 2016).

Con questo scambio, i Bucks liberano oltre 4 milioni di cap e si accollano il contratto di Leuer da 9.5 che è in scadenza e potrà fare gola a molti in altri scambi. Se non verrà scambiato per scelte o contratti non garantiti, la dirigenza potrebbe decidere di spalmare il contratto (3.2 milioni a stagione) nei prossimi tre anni, così peserebbe meno nel cap (6.3 milioni liberi nel caso). Inoltre, Milwaukee probabilmente taglierà i non-garantiti Connaughton e Brown per liberare altri 3.3 milioni, ma è possibile che rifirmino ai Bucks dopo che saranno confermati Brogdon, Middleton, Mirotic e compagnia.

Lo scambio sarà ufficiale solo dopo il draft, con Milwaukee che sceglierà alla #30 ma poi girerà immediatamente scelta e Snell ai vicini del Michigan.

Altro piccolo scambio nella notte NBA, con gli Heat che hanno comprato la 44esima scelta dagli Hawks in cambio di 1.9 milioni. Ad Atlanta andrà una seconda scelta 2024: nel draft di stanotte la franchigia della Georgia ha ben 5 scelte (8, 10, 17, 35 e 41) ma sta lavorando per mettere sul piatto le prime due e salire intorno alla quarta o quinta chiamata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy