Tutti i record della stagione NBA 2012/2013

0

 

FonteARIA DI NBA

Prima dell’inizio più o meno ufficiale della stagione 2013/2014 con i training camp, vogliamo chiudere la scorsa stagione con un articolo che raccoglie alcuni fatti e particolarità statistiche interessanti. Come ogni anno, tra la stagione regolare ed i playoff, nel campionato NBA si aggiornano in continuazione record su record, consegnando alla storia spesso e volentieri anche prestazioni memorabili. Tra record più o meno significativi, abbiamo anche per questa stagione raccolto praticamente tutti i primati aggiornati e ve li proponiamo, divisi per squadra di appartenenza. Nel caso ci dovessero essere giocatori/allenatori che hanno aggiornato record ma che poi hanno o cambiato casacca o semplicemente sono senza squadra, ovviamente saranno nel paragrafo dedicato al team con cui hanno fatto registrare tale statistica. Le squadre sono in ordine alfabetico.

Atlanta Hawks: Kyle Korver ha messo a segno almeno una tripla in 49 gare di fila, siglando il nuovo record franchigia per gli Hawks; Larry Drew è il secondo coach nella storia degli Hawks a vincere 100 gare, gli ci sono volute 173 partite, al primo posto rimane Lenny Wilkens che ne impiegò 166; nella gara contro i Bulls di Gennaio, Atlanta ha fatto soli 20 punti nella prima metà di gara, record negativo di franchigia per punti segnati in un tempo, da sottolineare i soli 5 punti nel secondo quarto, altro record negativo di franchigia per minor numero di punti in un quarto.

Boston CelticsRondo pareggia il record di Stockton di 37 partite consecutive in doppia cifra per assist, secondo record migliore di sempre dietro la streak di 44 consecutive griffata Magic Johnson; Paul Pierce è divenuto il più vecchio giocatore della storia dei Celtics (35 anni) a segnare 40 punti in una partita di Regular Seasons, ci è riuscito a Novembre contro i Cavs.

Brooklyn Nets: Nella partita contro i Wizards, Williams ha piazzato 9 triple nel solo primo tempo, record NBA; per la prima volta nella storia della NBA una squadra sfonda i $100 milioni di salary cap, lo hanno fatto i Nets.

Charlotte Bobcats: Nella gara contro i Lakers di Febbraio, 4 giocatori di Charlotte sono andati in doppia cifra nei rimbalzi, evento mai accaduto nella storia della franchigia (i quattro giocatori sono stati: Mullens, Kidd-Gilchrist, Henderson e Byombo); i 29 rimbalzi di differenza a sfavore contro Indiana a Gennaio (60-31) sono il più alto margine negativo in siffatta statistica nella storia di Charlotte; nella scorsa pre season, i Bobcats si sono allenati 4 ore consecutive, record franchigia; nella gara di Novembre tra i Bobcats e i Suns, Byron Mullens ha segnato 4 triple nel solo terzo quarto, record franchigia pareggiato per più triple in un quarto; dopo 16 sconfitte consecutive contro i Mavericks, a Novembre Charlotte riesce ad ottenere la prima W nella sua storia contro la franchigia di Dallas.

Cleveland Cavaliers: I 27 punti di margine fattesi recuperare dai Cavaliers dagli Heat, sono il più alto margine recuperato nella storia dei Cavs e record franchigia per gli Heat per più alto half time comeback; nella prima gara stagionale Varejao ha preso 12 rimbalzi offensivi, pareggiando il record franchigia.

Denver Nuggets: Con 21 stagioni consecutive da almeno 50% di W in Regular Season, George Karl pareggia il record NBA di Phil Jackson in tale classifica; con 0/22 da tre fatto registrare contro i Blazers a Dicembre, i Nuggets settano il record negativo All Time; sempre a Dicembre contro i Blazers, i Nuggets hanno segnato 93 punti, 74 dei quali nel pitturato e 17 grazie ai tiri liberi, 1 solo canestro è arrivato fuori dall’ “area colorata”, record di sempre per questa particolarità statistica.

Detroit Pistons: Con 8 sconfitte nelle 8 prime uscite stagionali, i Pistons hanno bissato il proprio peggior inizio di sempre.

Golden State Warriors: Con 11/13 da tre punti, nella gara contro i Knicks, Stephen Curry aggiorna il record franchigia di più triple messe a referto in una singola gara fatte da un singolo giocatore.

Houston Rockets: Nel mese di Marzo gli Houston Rockets hanno superato il precedente record di tiri da tre punti messi in una singola stagione, che era di 705; 14 partite consecutive da 25 o più punti sono state fatte registrare da James Harden nelle gare tra Dicembre e Gennaio, record franchigia che supera le 13 consecutive che fece Moses Malone; Houston pareggia l’NBA record di tiri da tre segnati in una singola partita con 23 realizzazioni da oltre l’arco nella gara di Febbraio contro i Warriors; James Harden è divenuto il primo giocatore nella storia ad esordire con una nuova squadra mettendo a referto almeno 30 punti e 12 assist; nella gara contro i Knicks di Novembre, Houston ha fatto 131 punti, pareggiando il record franchigia di più punti realizzati in una singola partita a casa propria (ovvero al Toyota Center).

Indiana Pacers: Nella gara di Novembre contro i Raptors, Indiana ha subito soli 5 punti in tutto il quarto quarto, mettendo a segno i record franchigia per minori punti concessi in un quarto; nella gara contro gli Hornets di Novembre, Paul George fa 9/13 da tre, record franchigia per più triple messe a referto da un singolo giocatore in una sola gara (superato Reggie Miller che ne fece 8 nel ’93 e nel ’97); nella gara di Dicembre contro i Cavs, i 23 punti dei Cavaliers in tutto il secondo tempo sono i minori punti concessi in una metà partita dei Pacers, da quando sono nella NBA (1978).

Los Angeles Clippers: Chris Paul è stato il primo Clippers nella storia ad aver vinto il premio di MVP dell’All Star Game; Chris Paul ha fatto il record franchigia per più tiri liberi messi a referto consecutivamente, è successo nella gara di Novembre contro i Warriors in cui ha tirato 20 liberi ed ha infilato i primi 19; le 17 W consecutive dei Clippers sono record franchigia; il 16-0 senza sconfitte in un mese le fa divenire la terza squadra All time  a riuscire in tale impresa dopo i Lakers del ’71-’72 e gli Spurs del ’95-’96; Chris Paul diviene il terzo giocatore più giovane di sempre a raggiungere quota 5000 assist dopo Magic Johnson e Isaiah Thomas (entrambi Hall of Famer).

Los Angeles Lakers: Steve Nash sorpassa Magic nella classifica degli assist All Time, divenendo il quarto di tutti i tempi in tale classifica; Kobe Bryant è il quarto giocatore della storia a segnare almeno 2000 punti in una singola stagione da 34enne o oltre, gli altri sono stati English, Jordan e Malone (questi 3 lo ha fatto due volte); nella gara disputata contro i Rockets Steve Nash ha superato quota 10000 assist in carriera, divenendo quindi il quinto all time a riuscirci e quarto più veloce a riuscire in tale impresa con 1162 partite; Kobe Bryant con 383 punti diventa il giocatore a fare più punti complessivi in carriera nel giorno di Natale (superato Robertson con 377); era da 34 anni che i Lakers non perdevano le prime 3 gare di Regular Season; Kobe Bryant è diventato il giocatore più giovane a segnare 30000 punti in carriera.

Memphis Grizzlies: I Grizzlies in una partita contro Dallas hanno recuperato 25 punti di svantaggio e poi hanno vinto, record franchigia; le 64 partite consecutive di Conley con almeno una palla rubata sono record franchigia; Mike Conley inoltre è divenuto il leader All time in assist per la franchigia di Memphis (2420 assist in carriera) sorpassando Jason Williams; le 51 W in stagione per i Grizzlies, rappresentano il più alto numero di vittorie nella storia della franchigia; I Grizzlies sono riusciti a tenere nella singola stagione almeno una volta tutte le squadre sotto i 100 punti al FedExForum, miglior risultato da quando sono stati introdotti i 24 secondi; con la convocazione di quest’anno all’All Star Game, Zach Randolph è il primo Grizzlies ad essere stato convocato per due volte all’ASG; con 8 W nelle prime 9 stagionali (sconfitti alla prima di campionato), Memphis ha pareggiato la striscia di W più lunga nella propria storia (l’altra volta fu nella stagione 2003/2004).

Miami Heat: James è stato il primo giocatore di sempre a segnare almeno 30 punti in 6 gare consecutive tirando con il 60% dal campo (le gare erano quelle tra il 3 Febbraio ed il 12 dello stesso mese ovviamente), ha superato in tale classifica Adrian Dantley e Moses Malone; con le 27 W consecutive gli Heat fanno registrare il record franchigia per più gare vinte di seguito e la seconda prestazione migliore di tutti i tempi in questa speciale classifica; per la prima volta nella propria storia, gli Heat hanno battuto almeno una volta tutti i team in una singola stagione; scendendo in capo contro i Bobcats all’età di 40 anni con la maglia degli Heat, Juwan Howard diventa il primo giocatore over 40 a giocare tra le fila di Miami; LeBron James ha segnato per 8 stagioni su 9 almeno 2000 punti in Regular Season (l’unica in cui non vi riuscì fu quella del lockout), così facendo è il più giovane di sempre a riuscirci, ce l’ha fatta prima dei 30 anni, Jordan ci riuscì a 30 anni precisi (importante sottolineare che Jordan comunque entrò “da più vecchio” in NBA); Ray Allen nel primo turno di gara 3, supera il record di triple messe in carriera nei playoff che apparteneva con 320 a Reggie Miller; LeBron James diviene il terzo giocatore della storia a vincere per due stagioni consecutive il titolo facendolo in due stagioni dove ha vinto il premio di MVP dell Finals e quello di MVP della Regular Season; LeBron James è divenuto il giocatore più giovane di sempre a fare 20000 punti in carriera a 28 anni e 17 giorni, contro i 29 anni e 122 giorni di Bryant; Haslem nella gara contro Milwaukee ha superato quota 4808 rimbalzi, scavalcando Mourning e divenendo così il miglior rimbalzista nella storia degli Heat; James ha il record franchigia per più gare consecutive con almeno 20 punti, 38 gare se si calcolano anche le 5 della passata stagione, che arrivano a 54 sommando anche i playoff dell’anno scorso, striscia chiusa l’11 Gennaio 2013 contro Portland. Il record assoluto appartiene a Gervin con 45 nella stagione ’81-’82.

New Orleans Hornets (oggi Pelicans): Nella gara di Novembre contro i Sixers, New Orleans ha fatto soli 62 punti, il più basso punteggio di sempre; con 7 stoppate ai danni di Charlotte, gli Hornets hanno raggiunto quota 35 stoppate nelle prime 5 partite di stagione, pareggiando il loro record franchigia.

New York Knicks: Con 3 gare consecutive da 40 o più punti, Carmelo Anthony eguaglia Bernard King in questa speciale classifica; sempre Anthony uguaglia nuovamente Bernard King siglando 4 partite consecutive da almeno 35 punti; a Gennaio Anthony ha segnato la 31° partita consecutiva da 20 o più punti, record franchigia; era dal 1993/’94 che i Knicks non vincevano le prime quattro partite della Regular Season; in una gara contro i Rockets, i Knicks hanno tentato 39 triple, record per maggior numero di tiri a da tre tentati.

Orlando Magic: Sesto team NBA del secolo a perdere 5 gare in casa con uno scarto di almeno 24 punti; il 1°Gennaio, contro Miami, Nikola Vucevic ha catturato 29 rimbalzi, superando con tale cifra Shaquille O’Neal al primo posto per la franchigia di Orlando in tale classifica, che nel 1993 ne prese 28 di carambole.

Oklahoma City Thunder: Kevin Durant è il sesto giocatore di sempre ad aver fatto registrare di media almeno 50% dal campo (51%), il 40% da tre (41,6%) e il 90% ai liberi (90,5%) in una singola stagione, gli altri sono stati Nash, Bird, Nowitzki, Miller e Price; Russell Westbrook è il terzo nella storia della franchigia Sonics-Thunder a segnare 30 o più punti (32 nella fattispecie) in meno di 28 minuti (27:55), gli altri due sono stati Xavier McDaniel e Sedale Threatt; nella prima gara della stagione, Durant è divenuto il secondo giocatore più giovane a segnare 10000 punti, davanti a lui solo James; la striscia di 12 W dei Thunder è la più lunga della loro storia da quando sono ad Oklahoma City.

Phoenix Suns: La W contro i Bulls di Gennaio, è la 2000° W nella storia dei Suns, quarta squadra più veloce a riuscire ad arrivare a tale quota con 3599 gare.

Portland Trail Blazers: Segnando 3 volte consecutivamente 20 o più punti nelle prime tre uscite stagionali, Lillard ha pareggiato il record franchigia appartenente a Geoff Petrie; Lillard diviene il quarto giocatore dal 1985 a fare 100 punti e 40 assist nelle prime 6 gare in carriera nella NBA, gli altri sono stati John Wall, Damon Stoudemire e LeBron James; Lillard è il primo giocatore NBA dal 1981 (Isiah Thomas) ad aver almeno 19 punti e 6 assist di media nella prime 10 gare in carriera.

Sacramento Kings: Isaiah Thomas con i suoi 1000 punti in una singola stagione (1100 a fine anno) uguaglia il record di Petrovic come 60esima scelta al draft che è riuscita a fare almeno 1000 punti nella singola annata.

San Antonio Spurs: Nella gara contro i Mavs, gli Spurs hanno messo a referto 20 triple in una sola gara, settando il record franchigia in tale classifica; Duncan diviene il secondo giocatore della storia dopo Michael Jordan a scollinare i 23000 punti come giocatore uscito dalla ACC (Atlantic Coast College).

Toronto Raptors: Valanciunas è il primo rookie dei Raptors dal ’95 (Damon Stoudemire) a far registrare una doppia doppia nella prima gara di Regular Season (nella fattispecie 12 punti e 10 rimbalzi); non succedeva da 25 anni che un giocatore che tirasse numerose volte, facesse meno di 5 punti. E’ successo a Bargnani che ha segnato soli 4 punti con 2/19 dal campo, nella gara di Novembre persa ai supplementari contro gli Spurs. Il precedente è di Thurl Bailey (Utah Jazz 1986, 2/20 dal campo).

Washington Wizards: Martell Webster ha fatto 5 partite consecutive con almeno 4 triple a referto in ogni singola gara, si tratta di record franchigia; con una partenza di 12 L, i Wizards segnano il peggior inizio nella loro storia.

Altri record: 74326 i tifosi che hanno affollato il Georgia Dome per l’NCAA Final, record per un Championship Game; nella scorsa Summer League Miami nella gara contro Los Angeles Lakers ha vinto 106-56, più alto margine di vittoria nella storia della Summer League; la tripla doppia di James alle Olimpiadi dello scorso anno registrata contro l’Australia (11 punti, 14 rimbalzi e 12 assist) è la prima tripla doppia nella storia della nazionale statunitense alle Olimpiadi; nel “derby” di Novembre tra Knicks e Nets, per la prima volta nella loro storia le due squadre si sono affrontate partendo con un record di vittorie di 0.600 (60%).

FONTE: ARIA DI NBA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here