Williamson, Butler, Caruso: assenze pesanti in vista delle ultime sfide del NBA Play-In

0
AP Photo

I New Orleans Pelicans dovranno fare a meno della loro stella, Zion Williamson, fulcro del gioco e chiave importante per i successi della squadra della Louisiana, nella prossima decisiva partita per l’ultimo posto ai play-off della West Conference contro i Sacramento Kings. Zion è uscito negli ultimi minuti di partita contro i Los Angeles Lakers: da sottolineare la sua prestazione con 40 punti e 11 rimbalzi. Dopo la risonanza medica effettuata è stato riscontrato uno stiramento al bicipite femorale della gamba sinistra e questo lo vedrà almeno due settimane ai box. La speranza è quella che la squadra riesca ad andare avanti senza di lui per poi rivederlo in campo nel prosieguo del torneo.

I Chicago Bulls invece dovranno fare i conti con l’infortunio di Alex Caruso, avvenuto l’ultima partita, vinta contro Atlanta Hawks. Ora sfideranno Miami per l’ultimo posto della Eastern Conference. Caruso, guardia titolare di Chicago, è uscito dopo appena 17 minuti di gioco per una distorsione alla caviglia destra provocata da un contatto fortuito con un suo compagno di squadra, Andre Drummond. A destare preoccupazione per coach Donovan è l’aver perso il perno portante della difesa di Chicago.

L’infortunio più serio, stando alle prime ore, è quello di Jimmy Butler, anello importante e chiave di Miami, di cui si dovrà privare per il resto della stagione. Non ci sono notizie certe a riguardo, sembra si tratti di rottura del menisco ma c’è preoccupazione anche per un eventuale interessamento del legamento crociato. Nelle prossime ore verranno effettuate tutte le analisi del caso per accertare l’entità dell’infortunio. Butler ha lasciato il campo proprio nell’ultima partita giocata contro i Philadelphia 76ers. Quello che è certo, non sarà presente nella sfida contro i Chicago Bulls per l’8° posto dei play-off.

Già dalle prime partite si può evincere come ci siano stati diversi infortuni legati a perdite importanti per le rispettive franchigie, la speranza per lo spettacolo sia quella di non perdere altre stelle del basket.