Anthony Davis sulla sirena. Lakers 2-0 contro Denver

Buzzer beater di Anthony Davis e L.A: allunga nella Finale della Western Conference dopo una partita vibrante dove i Nuggets sono riusciti a rimontare e a sfiorare il successo prima dell’ultimo tiro di AD.

di Alessandro Elia

“It’s a Mamba shot”. Coach Frank Vogel etichetta così il tiro di Anthony Davis a fil di sirena che ha dato la vittoria ai suoi Los Angeles Lakers in gara-2 della Finale della Western Conference contro i Denver Nuggets. Un tiro limpido e pulito, con la difesa di Denver non con il giusto timing sull’uscita, ma realizzato da un giocatore dal talento sopraffino come quello dell’ex Pelicans.

Gara-2 ha un altro copione rispetto alla prima sfida. I Lakers tengono il vantaggio dell’incontro ma senza mai affondare il colpo e Denver è brava a rimanere in vita. Lakers avanti 29-21 nel primo quarto e al riposo sul 60-50 toccando anche il +16. Ma nella ripresa la squadra di Malone trova brillantezza in attacco e buona intensità difensiva. Jokic e Murray alzano i colpi e fronteggiano a viso aperto Anthony Davis che nel solo secondo tempo segnerà 22 dei suoi 31 punti finali. Il terzo parziale si chiude sul 78-72 per i gialloviola che continuano a subire la rimonta avversaria anche nell’ultimo periodo. A dopo 5′ del quarto conclusivo Denver firma il sorpasso (87-86) e gara-2 si accende preparandosi per un elettrizzante finale. L.A. risponde alla grande con Rondo (87-92) e allunga fino al 92-100 con la tripla di Davis a 3′ dalla fine. Ma Denver non molla e piazza un parziale di 9-0 che la riporta avanti con il tap-in vincente di Jokic (101-100) a 31″ dalla fine. Davis scalda la mano per il super-finale. Penetrazione con layup per il 101-102, dall’altra parte ecco Jokic che spalle a canestro sfida proprio AD e appoggia fino al ferro a 20″ dalla fine (103-102). I Lakers organizzano l’ultimo assalto. Caruso si prende la tripla frontale aperta ma è corta, sul rimbalzo ci prova Green dall’angolo ma Murray lo stoppa concedendo la rimessa dal fondo agli avversari. 2″ da giocare. Rondo vede l’uscita di Davis che raccoglie e con suono della sirena nelle orecchie realizza il tiro del sorpasso e del 2-0 nella serie. Anthony Davis è il primo giocatore dei Lakers a segnare un “buzzer-beater” in una finale di Conference dal 26 maggio 2002 quando la stessa cosa fu fatta da Robert Horry contro Sacramento.

Davis chiude con 31 punti e 9 rimbalzi. Per l’undicesima volta in carriera supera quota 30 punti nei playoff, 5 volte lo ha fatto in questa post season. 26 e 11 per Lebron James. Vanno in doppia cifra anche Caldwell-Pope e Green (11). Nei Denver oltre a Murray (25) e Jokic (30) c’è Michael Porter Jr. che finisce con 15 punti.

DENVER NUGGETS-LOS ANGELES LAKERS 103-105
DEN: Murray 25, Jokic 30, Milsap 6, Harris 3, Grant 7, Craig 3, Porter Jr. 15, Dozier 3, Morris 8, Plumlee 2
LAL: Davis 31, James 26, Caldwell-Pope 11, Green 11, McGee 3, Caruso 9, Rondo 3, Kuzma 8, Howard

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy