NBA #MLKDay: Nets, un super Kyrie Irving non basta. Darius Garland trascina i Cleveland Cavs

0
NBA
Gettyimages

Martin Luther King Day in NBA, dove ci sono tante partite ad orari “italiani” e godibili per i tanti fans. Kyrie Irving e i Brooklyn Nets fanno visita ai Cavs e sono aggrappati al grande ex di turno, anche a causa dell’assenza di Kevin Durant per infortunio.

QUINTETTO CAVS: Garland, Okoro, Markkanen, Mobley, Allen.

QUINTETTO NETS: Mills, Irving, Harden, Edwards, Sharpe.

Grande equilibrio nel primo quarto di gioco. Il grande ex Kyrie Irving parte piano, per salire di colpi poi nell’arco della partita. I Nets hanno il solito apporto dalla panchina di Aldridge, molto utile e intelligente come sempre. I Cavs salgono di giri nel secondo quarto con un Garland versione MVP. I Cavs esprimono un gioco corale con tutti i giocatori coinvolti e l’intero starting five in doppia cifra. Bene anche Kevin Love, finalmente fattore per questi Cavs. All’intervallo comandano i Cavs di 6.

Il terzo quarto vede la furiosa reazione dei Nets. Kyrie Irving si mette in ufficio e in un amen scavalca quota 20 e riporta avanti Brooklyn. I Cavs però sono a bravi a non mollare e restare attaccati alla partita con il solito Garland, strepitoso a maggior ragione con le responsabilità in più dovute dall’assenza di Rubio e Rondo. Nell’ultimo quarto regna un grande equilibrio. Nel finale i Nets cercano molto James Harden, più volte a segno dalla lunetta, ma sono proprio alcuni errori dell’ex Rockets a condannare la squadra di Steve Nash. Markkanen e il solito Garland puniscono ogni errore dei Nets e si portano a casa una preziosissima vittoria che dimostra le grandi intenzioni dei Cavs. Attenzione pubblico NBA, Cleveland is back!

BROOKLYN NETS @ CLEVELAND CAVALIERS 107-114 (31-30, 28-35, 29-22, 19-27)

MVP: D.Garland

BROOKLYN NETS: Edwards 11, Sharpe 10, Mills 11, Irving 27, Harden 22, Griffin 5, Brown 2, Aldridge 13, Thomas 6.

CLEVELAND CAVALIERS: Markkanen 14, Okoro 15, Allen 14, Mobley 12, Garland 22, Love 14, Osman 7, Windler 9, Goodwin 7.