NBA Playoffs. Chris Paul stellare. Phoenix vince g6 allo Staples Center e conquista la FINALE

0

Fine dei giochi nella Western Conference. I Phoenix Suns trascinati dal loro leader, Chris Paul, cancellano i sogni di rimonta dei Los Angeles Clippers, vincono la serie 4-2 e, per la prima volta dal 1993, ottengono il pass per le NBA FINALS. La squadra di Monty Williams controlla la partita allo Staples Center (che vede vincere una serie in questi playoff dai Suns per la seconda volta dopo il primo turno vinto contro i Lakers e sempre alla 6a partita) e nel secondo tempo, con CP3 semplicemente perfetto, gestisce la rimonta dei Clippers allungando in maniera mortale per l’avversario nella parte conclusiva del match.
Per Paul serata memorabile chiusa con 41 punti (eguagliato il suo record in carriera in una partita di postseason) 31 dei quali nel secondo tempo (record personale sia in regular season che playoff). L’esperto playmaker diventa così il 3°giocatore con Steph Curry ed Anthony Davis a segnare almeno 30 punti nel 2°tempo in una gara di playoff che conduce alla vittoria in una serie.

Per gara-6 i Suns non possono disporre di Cam Johnson, mentre Zubac salta anche questa partita e fa compagnia ai lungodegenti Leonard ed Ibaka sul fronte Clippers. Phoenix si mette a condurre sin dall’inizio. Scarti contenuti (massimo 8 punti) fino al 33-29 della prima sirena. In avvio di secondo quarto gli ospiti spingono arrivando al +10 (45-35), i Clippers vengono colpiti e reagiscono trovando il parziale di 15-5 che porta tutti in parità a quota 50 a -4’50” dall’intervallo. Alla pausa lunga sono di nuovo i Suns a comandare dopo il contro-break di 16-7 in loro favore che scrive 66-57 sui tabelloni dello Staples Center.
Ospiti in controllo anche in avvio di 2°tempo. Il vantaggio dei Suns lievita fino all’89-72 a -4”01″ dal termine del 3°quarto. Sul -17 i Clippers avvertono il vero pericolo e reagiscono subito tornando a -7 (89-82) coronando un 10-0 che spegne le ambizioni degli avversari. Ma Phoenix non accusa il colpo e negli ultimi minuti del 3°quarto, spinta da Chris Paul, prende di nuovo il largo e chiude avanti la terza frazione 97-83. I Clippers provano la nuova rimonta ma stavolta non sarà possibile. Il quarto periodo è una inesorabile discesa dei Suns verso la vittoria. Chris Paul continua a predicare la sua pallacanestro e a incrementare il suo bottino personale. Il +20 (105-85) dopo poco più di 2′ dell’ultimo periodo è già un primo verdetto. A -6’24” è ancora Paul a segnare, e siamo 115-92 per gli arancioviola che possono davvero iniziare a festeggiare. Si chiude sul 130-102 con i Phoenix Suns per la 2a volta nella loro storia in una FINALE NBA dopo quella del ’93, persa contro i Bulls, e la loro prima volta datata 1976, persa contro i Celtics. Incredibile ascesa dei Suns ai vertici della Lega in questa stagione. Nelle ultime 5 stagione in Arizona hanno chiuso con una media di 305% di vittorie e adesso si sogna concretamente l’anello.
Oltre a CP3 (16/24 dal campo e un magnifico 7/8 da tre) Phoenix va in finale grazie anche ai 22 e 7 rimbalzi di Devin Booker, 16 punti e 17 rimbalzi di Deandre Ayton (8/10 al tiro) e i 19 punti (5/9 da tre) con 5 rimbalzi di Crowder. I Clippers chiudono la loro migliore stagione di sempre con i 26 punti e 9 rimbalzi di Morris, Paul George ne mette 21 (1/6 da tre), 13 di Jackson, 12 di Cousins dalla panchina, 11 per Beverly.

I Phoenix Suns si accomodano sul trono della Western Conference e attendono il nome della contender per l’Anello 2021. Se la sfida tra Milwaukee ed Atlanta dovesse chiudersi in gara-6 le FINALS inizierebbero il 6 luglio, se ci fosse bisogno della settima partita tra Bucks e Hawks il via slitterebbe a giovedi 8 luglio. Indipendentemente da come finirà a Est, i Suns avranno il vantaggio del fattore campo nella serie di Finale.

https://www.youtube.com/watch?v=d_CCOi4XpZg

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here