NBA Playoffs: I Clippers annientano Golden State in Gara 2

0

Dopo aver ribaltato il fattore campo in Gara 1, Golden State si presenta allo Staples Center senza pressioni per ipotecare la serie; dall’altro lato invece, Griffin e compagni sono costretti a vincere per riscattare la brutta prestazione offerta nel primo atto e per mantenere viva la qualificazione alle semifinali di Conference.

www.fansided.com

Quintetti:

Los Angeles Clippers: Paul, Redick, Barnes, Griffin, Jordan
Golden State Warriors: Curry, Thompson, Iguodala, Lee, O’Neal

I Quarto: Nei primi 6 minuti, i Clippers volano via sul +10 come in Gara 1 sfruttando la maggiore fisicità dei suoi lunghi che sono anche precisi dalla lunetta. Golden State si affida a Thompson e Barnes per rimanere in scia ma un ispirato Griffin e Crawford mantengono agevolmente avanti Los Angeles. Da segnalare l’ottima difesa su Curry fermo ancora a zero punti nel primo quarto, che si chiude sul 31-20.

II Quarto: La second unit dei Clippers non fa rimpiangere i titolari anzi, aumentano l’aggressività difensiva ed in attacco non sbagliano nulla: Granger e Turkoglu portano L.A. avanti di 20 lunghezze con Golden State totalmente fuori partita. Il solo Lee prova a limitare i danni ma i buoi sono già scappati dal recinto. La frustrazione aumenta per la squadra della baia e Griffin punisce in ogni singolo possesso. All’intervallo lungo il punteggio dice 67-41.

III Quarto: Golden State tenta un ultimo disperato tentativo di rimonta guidato da Curry che finalmente entra in partita ma Griffin (saranno 35 alla fine per lui) e tutti i Clippers sono in una di quelle serate in cui entra tutto e non c’è niente che i Warriors possano fare. Curry ne mette 20 nel solo terzo quarto ma un dato può forse meglio spiegare la serata magica dei Clippers: 16/18 ai liberi complessivo per Griffin e Jordan. La tripla allo scadere di Granger fissa il punteggio sul 105-73.

IV Quarto: L’ultimo quarto non è altro che garbage time ma i vari Barnes, Turkoglu e Collison confermano l’irripetibile serata di Los Angeles non sbagliando un tiro che fosse uno. Nel finale c’è gloria anche per Dudley che ha perso molte posizioni nello scacchiere di Rivers. Il risultato finale è di 138-98.

Tabellini:
LAC:
Barnes 13, Griffin 35, Jordan 11, Redick 9, Paul 12, Crawford 9, Collison 12, Granger 15, Davis 4, Turkoglu 13, Green 2, Hollins, Dudley 3.
GSW: Iguodala 4, Lee 11, O’Neal 4, Thompson 7, Curry 24, Green 11, Speights 8, Barnes 9, Blake 5, Crawford 11, Armstrong 4, Kuzmic.