NBA Recap Inside: Boston vince e saluta Pierce, Lowry e Westbrook sugli scudi

Solo tre partite in NBA per lasciare spazio al Super Bowl.

di Simone Zurlo, @Simone0593

Los Angeles Clippers @ Boston Celtics 102-107 (19-29, 47-56, 67-81)

Settima vittoria consecutiva per i Boston Celtics che continuano a consolidare la seconda posizione ed insidiano i Cleveland Cavaliers.
La scena però se la prende tutta Paul Pierce, all’ultima partita disputata al TD Garden, con tanto di partenza in quintetto e tripla finale che conclude la partita e fa partire la standing ovation dei suoi ex tifosi.
Isaiah Thomas mette subito le cose in chiaro e già nel primo periodo scava un solco tra le due squadre, gli ospiti provano a rispondere con Griffin e con le buone prove di Crawford e Felton, ma Boston dimostra di avere più frecce al proprio arco e risponde colpo su colpo, senza mai andare sotto nel punteggio.
I padroni di casa terminano l’incontro con 7 giocatori in doppia cifra e soprattutto con un abbraccio calorosissimo a ‘The Truth‘.

Clippers (31-20): Pierce 3, Griffin 23, Jordan 6 (16 rimbalzi), Redick 6, Rivers 5, Mbah a Moute 2, Felton 15, Crawford 23, Speights 11, Johnson 7.

Celtics (33-18): Crowder 11, Johnson 13, Horford 13 (15 rimbalzi), Brown 11, Thomas 28, Smart 13, Olynyk 13, Green 2, Rozier 3, Jerebko.

MVP: Isaiah Thomas. Prosegue il momento magico del folletto bianco-verde. 28 punti e 8 assist in 36′ di gioco, questa volta senza neanche forzare troppo nell’ultimo quarto.

NBA

Toronto Raptors @ Brooklyn Nets 103-95 (26-24, 55-43, 75-63)

Tornano a vincere i Toronto Raptors che ancora privi di DeRozan e Patterson superano i Brooklyn Nets senza troppe difficoltà. Dopo un primo quarto equilibrato salgono in cattedra Valanciunas e Lowry, con il playmaker che mette a referto la sua settima tripla-doppia con la canotta dei canadesi.
I padroni di casa pagano le 21 palle perseprovano a recuperare con le triple di Kilpatrick ma alla fine devono alzare bandiera bianca e raggiungono così la nona sconfitta consecutiva.

Raptors (31-21): Carroll 15, Siakam 6, Valanciunas 22, Powell 10, Lowry 15 (11 rimbalzi, 11 assist), Nogueira 8, Ross 17, VanVleet 10, Sullinger, Poeltl.

Nets (9-42): Bogdanovic 13, Hollis-Jefferson 6, Lopez 20, Foye 3, Whitehead 2, Harris 3, Dinwiddie 7, Booker 15, Kilpatrick 18, Hamilton 8, Acy.

MVP: Kyle Lowry. Nonostante le polveri bagnate e lo 0/5 da tre, risulta fondamentale la sua tripla doppia da 15 punti, 11 rimbalzi e 11 assist.

NBA

 

Portland Trail Blazers @ Oklahoma City Thunder 99-105 (16-24, 52-46, 73-71)

Vittoria in rimonta per i Thunder che dopo un secondo quarto disastroso recuperano e battono i Blazers.
Nel secondo tempo sale in cattedra Russell Westbrook con due canestri di tabella ed una bella tripla in step back, ma Lillard non ci sta e gli risponde in avvio di quarto quarto riagganciando i padroni di casa.
Il #0 dei Thunder però è implacabile e con i 42 punti finali, sostenuto dalle buone prove di Roberson e Oladipo, guida i suoi alla seconda W consecutiva.
Negli ospiti si salvano solo i soliti Lillard e McCollum: ora l’ottava piazza sembra davvero a rischio.

Blazers (22-30): Vonleh 4, Turner 8, Plumlee 13, McCollum 19, Lillard 29, Crabbe 10, Harkless 6, Leonard 3, Aminu 7.

Thunder (30-22): Roberson 14 (11 rimbalzi), Sabonis 2, Adams 7 (13 rimbalzi), Oladipo 24 (13 rimbalzi), Westbrook 42, Lauvergne 7, Morrow 7, Grant 2, Payne.

MVP: Russell Westbrook. 42 punti ed un secondo tempo ad altissima intensità per la stella dei Thunder. Niente tripla doppia visti i ‘soli’ 8 assist e 4 rimbalzi, ma una prestazione sontuosa che permette ai suoi di avvicinare Jazz, Clippers e Grizzlies.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy