NBA Recap Inside: Covington e Gobert decisivi, Warriors avanti tutta

0

[tps_title]Le partite clou[/tps_title]

Di Fabrizio Martini e Leonardo Zeppieri

theregisterguard.com

Portland Trail Blazers @ Philadelphia 76ers 92-93 (33-22, 56-43, 71-70)

Nonostante un Damian Lillard da 16 punti nel primo quarto con 7/8 dal campo ed essere andati sotto anche di tredici lunghezze prima dell’intervallo, questi SIxers continuano a sorprenderci: rimonta sulle ali di Embiid (che si infortuna al ginocchio nel terzo quarto)  ed Ilyasova (11 punti con 3/3 da tre punti nel terzo quarto),. Embiid discute coi medici sul rientrare in campo o meno, ma gli viene consigliato di rimanere in panchina: niente paura, ci pensa Robert Covington a vincere la partita, con due triple in fila clamorose, che portano a +1 i Sixers con 3 secondi da giocare. Plumlee si stampa sul ferro, ed è l’ottava vittoria nelle ultime dieci partite per i SIxers.

Blazers (18-27): Turner 4, Vonleh 10, Plumlee 14 (10 rimbalzi), McCollum 16, Lillard 30, Crabbe 4, Harkless 3, Aminu 9, Davis 2.

Sixers (15-26): Covington 22, Ilyasova 24, Embiid 18 (10 rimbalzi), Stauskas 2, McConnell 8, Noel 5, Henderson 5, Saric 3, Rodriguez 4, Luwawu-Cabarrot 2.

MVP: Robert Covington. Sono lontani i tempi in cui tirava malissimo e giocava a tratti in maniera comica. 22 punti con 8/17 dal campo e le due triple fondamentali per la vittoria.

fansided.com

 

Utah Jazz @ Dallas Mavericks 112-107 (19-22, 46-41, 72-68, 98-98)

Dopo una partita punto a punto, mandata all’overtime da una tripla di Seth Curry ben imbeccato da Deron Williams, a farla da padrone è Rudy Gobert, che dopo un libero sbagliato raccoglie il suo stesso rimbalzo, la passa a Joe Johnson che infila la tripla del pareggio. Dopo essere riusciti a portarsi avanti di tre punti, i Mavericks hanno l’opportunità di vincere la partita con una tripla di Dirk, ma non è serata per il tedesco  (1/13 dal campo), ed i Mavs perdono la contesa.

Mavericks (14-29): Matthews 11, Barnes 19, Nowitzki 3 (10 rimbalzi), Curry 15, Williams 16, Mejri, Harris 10, Finney Smith 7, Barea 10, Powell 14, Anderson 2.

Jazz (28-16): Hayward 26, Favors 5, Gobert 27 (25 rimbalzi), Ingles 12, Hill 13, Neto, Lyles 3, Burks 7, Johnson 15, Diaw 4.

MVP: Rudy Gobert, career high in punti (27) e rimbalzi (25, di cui 10 offensivi).

bleacherreport.net

Golden State Warriors @ Houston Rockets 125-108 (32-29, 30-28, 37-22, 26-29)

Solita partita ad alto ritmo e alto punteggio in quel di Houston, dove i Warriors superano i padroni di casa grazie ad un terzo periodo stellare. Dopo essere rimasti a contatto nei primi 24′ di gioco grazie ad un Harden da 15-6-7 già all’intervallo lungo, i Rockets sono stati travolti dagli uomini di Kerr, tra cui è spiccato di nuovo Durant. Dal 37-22 che ha seguito il rientro dagli spogliatoi, Houston non ha più saputo rialzarsi. Merito va dato alla difesa degli ospiti, capace di tenere Harden a soli 2 punti nel secondo tempo.

Houston (33-12): Ariza 12, Anderson, Harrell 8, Beverley 13, Harden 17 (11 assist), Dekker 17, Gordon 6, Capela 22 (12 rimbalzi), Brewer 4, McDaniels, Ennis 2, Brown 7.

Warriors (36-6): Durant 32, Green 15, Pachulia 10, Thompson 16, Curry 24, Iguodala 5, McAdoo 8, Clark, Livingston 4, Looney 3, McCaw 8.

Key Stat: notevole e decisiva la differenza di percentuali al tiro pesante; 7/35 (20%) per i Rockets, 15/38 (39,5%) per i Warriors.

MVP: Kevin Durant continua la sua marcia trionfale; 32 punti, 7 assists, 12/19 al tiro e 6/7 in lunetta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here