NBA Recap Inside. George e Leonard mettono k.o. i Lakers. Facile per i Nets contro Golden State

Partita la stagione regolare NBA. Dopo la cerimonia della consegna dell’Anello i Lakers vengono battuti dai Clippers trascinati dalla loro coppia di leader (59 punti in due). Agevole vittoria di Brooklyn contro Golden State

di Alessandro Elia

La prima notte NBA restituisce al suo mondo Kevin Durant dopo 18 mesi, celebra i Los Angeles Lakers Campioni 2020 ma li vede subito sconfitti davanti alla consistenza dei Clippers pilotati dal duo Paul George-Kawhi Leonard. Le stelle di coach Tyron Lue sono la 3a coppia di compagni di squadra che segnano più di 25 punti nella partita d’esordio stagionale. Eguagliato in questo primato Chris Paul e Blake Griffin (L.A. Clippers, 2016) e Bob Mcadoo e Ernie DiGregorio (Buffalo Braves, 1974)

I Brooklyn Nets stendono senza troppa difficoltà i Golden State Warriors nell’opening game del  Barclays Center. Differenza marcata già nel primo quarto dove i Nets segnano 40 punti facendo così registrare il massimo punteggio mai realizzato da una squadra in un quarto in una gara d’esordio stagionale. +15 per i padroni di casa al 12′ con Durant e Irving  che sono già in doppia cifra (ed è la 6a volta negli ultimi 10 anni che una coppia di compagni di squadra arriva a 10 punti realizzati in così poco tempo). Lo scarto lievita all’intervallo (63-45) e la partita perde di significato nella ripresa quando Brooklyn mantiene saldamente l’egemonia. 99-71 alla terza sirena e tutti a casa sul 125-99 per la squadra di coach Nash. Il +26 finale è il 3° margine più ampio ottenuto da un allenatore al suo debutto NBA. I Nets dimostrano già una profonda identità legata alla coppia Irving-Durant con l’ex Celtics che chiude con 26 punti (10/16 dal campo) e KD a 22. Bene anche Levert che sfiora la doppia doppia. Golden State in chiaro stato di cantiere aperto.Steph  Curry 20 punti e 10 assist, e James Wiserman, i cui 19 punti realizzati sono il massimo in un debutto NBA per un giocatore dei Warriors negli ultimi 30 anni, sono i migliori per il team di Steve Kerr.

GOLDEN STATE WARRIORS-BROOKLYN NETS 99-125 
GSW: S.Curry 20pts-10ast, J.Wiserman 19pts-6reb, A.Iguodala 13pts
BKN: K.Irving 26pts, K.Durant 22pts-6reb, C.Levert 20pts-9reb-5ast, J.Harris 10pts

Allo Staples Center la consueta cerimonia della consegna dell’Anello ai campioni della precedente stagione fa da aperitivo alla sfida tra le due squadre di Los Angeles ritenute le favorite nella Western Conference. I Clippers partono alla grande e sono avanti 39-19 alla fine del primo quarto. I Lakers rispondono con altrettanta convinzione e nel secondo periodo tornano a galla. Parziale di 35-17 per i campioni in carica che vanno all’intervallo avanti di due lunghezze (56-54). Nel terzo quarto c’è la firma di Paul George che segna 15 dei suoi 33 punti per il nuovo allungo di Clippers (89-78). Nel periodo finale, guidati da George e Leonard, i Clippers allungano in maniera convinta. A -6’39 un gioco da quattro punti di PG scrive 105-92, Davis prova a scuotere i Lakers ma riceve ancora le risposte della coppia di coach Lue. 111-94 a poco meno di 4′ dalla fine è il preludio alla fine dei giochi.  I Lakers diventano così la 3a squadra negli ultimi 10 anni sconfitta all’esordio da campione uscente. Nell’ultima decade era capitato solo ai Warriors nel 2017/18 e ai Mavericks nel 2011/2012.

LOS ANGELES CLIPPERS-LOS ANGELES LAKERS 116-109
LAC: P.George 33pts, K.Leonard 26pts, S.Ibaka 15pts, I.Zubac 11pts, L.Williams 11pts, P.Beverly 10pts
LAL: L.James 22pts, A.Davis 18pts, M.Harrell 17pts, D.Schroder 14pts, K.Kuzma 15pts

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy