NBA Recap Inside: Gli Spurs e Leonard pareggiano la serie, ma tremano per l’infortunio di Parker

0
www.sportingnews.com

Houston Rockets @ San Antonio Spurs 96-121  (30-33, 55-65, 88-83)

Pareggio arrivato: i San Antonio Spurs vincono e convincono contro i Rockets, 121-96, ma vivranno sicuramente attimi di passione e ansia per conoscere le condizioni di Tony Parker, uscito anzitempo per infortunio al ginocchio.
Subito prima novità per gli Spurs, con Popovich che inserisce in quintetto Gasol (prima nello starting five ai Playoff): la scelta paga, grazie a sette punti di Leonard dopo 3′ è 10-4. I Rockets presto però risorpassano con le triple di Harden e Anderson (10-12). La partita vive di parziali, gli Spurs ne piazzano poco dopo un altro, 9-0 con Parker e Green in evidenza (25-16), i Rockets subito dopo mettono un 2-9 iniziato da una bomba di Anderson, 15 nella prima metà.
Le panchine diventano un fattore, Mills mette la bomba del + 7 (46-39); Houston trova in Gordon punti importanti. San Antonio interpreta con grande animo cercando copiosi possessi per Aldridge e dominando a rimbalzo con Gasol. L’efficacia degli esterni però è la chiave: tra questi, ovviamente, Kawhi Leonard, che si diverte non solo coi punti (20 all’intervallo), ma pure in difesa su Harden e da assistman pescando un ispirato Parker (61-48).
Dopo l’intervallo, ancora Parker  chiude un pregevole spin move per il 71-57:  la risposta di Houston con un redivivo Harden con tre tiri liberi lucrati, Anderson da tre e Capela (71-65). I Rockets però sprecano tante possibilità per completare la rimonta: discontinui come le lune di Harden (tornato in partita ma spesso costretto a forzature), gli ospiti vanno due volte sul -3, ma quattro punti di Simmons (14 alla fine, un fattore) li rimandano presto indietro.
L’approccio all’ultimo quarto di San Antonio è da grande squadra, Ginobili e una schiacciata ancora di Simmons elettrizzano l’AT&T Center (93-83), l’asse Parker-Gasol completa il lavoro. +14 Spurs e riposo di Harden in panchina capitalizzato dalla squadra di coach Pop. Sul più bello però per gli Spurs la brutta notizia, l’infortunio al ginocchio sinistro di Tony Parker, in atterraggio dopo la sua classica “lacrima”: per il franco-belga, trascinato di peso negli spogliatoi, forse un problema molto serio e partita sicuramente finita. Non condiziona però il risultato finale perchè c’è sempre la solita, splendida e luccicante stella di Leonard a brillare: 17-5 di parziale e i Rockets si sciolgono, consegnando il pareggio agli Spurs, in attesa di volare tutti a Houston e capire che serie sarà. Con o senza Parker.

Spurs: Parker 18, Green 12, Leonard 34, Aldridge 15, Gasol 6 (13 rimbalzi); Mills 7, Ginobili 6, Lee 4, Simmons 14, Anderson, Dedmon 5, Murray, Bertans.

Rockets: Beverley 12, Harden 13 (1o assist), Ariza 2, Anderson 18, Capela 14; Gordon 15, Nenè 10, L. Williams 4, Brown 5, Harrell 3, Dekker, Taylor, T. Williams.

MVP:  Come per le precedenti partite degli Spurs in questi Playoff, impossibile non andare da Kawhi Leonard, 34 punti (5/5 dai liberi, 13/16 dal campo di cui 3/4 da tre), 7 rimbalzi, 8 assist e 3 recuperi. Una prestazione di completezza mostruosa a cui va aggiunto il solito sopraffino lavoro difensivo. A margine, una nota va spesa però anche per Tony Parker: sino all’infortunio prestazione da “Operazione Nostalgia”, la speranza di tutti è che le notizie su di lui siano positive, sarebbe un peccato dato che Playoff sta giocando il numero 9 dei neroargento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here