NBA Recap Inside: Heat nella storia, Raps in crisi, Korver un cecchino

Tantissime partite nella notte NBA, andiamo a scoprire come sono andate.

di Ario Rossi

Cleveland vince in un campo difficile, confermando la prestazione di Washington e dimostrando che la più forte a Est è sempre lei. Dopo un’ottima partenza, Indiana crolla nel terzo quarto, chiuso 40-18 per James e soci. Decisivo Kyle Korver che in soli 26′ infila 29 punti con 8/9 dall’arco e supera Kidd al settimo posto della classifica all-time di triple messe a segno.

Di fronte a Rasheed Wallace, San Antonio fatica più del previsto a Philadelphia, ma il solito Leonard pensa a mettere le cose in chiaro: 81esima gara in doppia cifra, la striscia più lunga per uno Spur da Tim Duncan nel 2002-03, fermatosi a 91.

Un +17 a metà gara dà la tranquillità ad Atlanta di poter controllare nella ripresa contro Denver, anche se i Nuggets tornano a -4 (109-105 a 3′ dalla fine), ma non si avvicinano oltre. I 72 punti del primo tempo sono record stagionale per gli Hawks. Ancora fuori Gallinari.

Terzo quarto nefasto pure per i Lakers che subiscono un parziale di 36-20, iniziato con un 11-0, a Detroit e devono arrendersi. Dominante Drummond con 24 punti (14 con 7/7 al tiro nel terzo periodo), 17 rimbalzi, 3 rubate e 4 stoppate: decisivo il computo dei punti in area, 70-46.

Washington fatica più del previsto e necessita di uno sforzo extra per espugnare il Barclays Center di Brooklyn, arena in cui i Nets non hanno mai vinto nel 2017. Decisivi i liberi di Porter – chiuderà a 20 punti e 10 rimbalzi – con i quali gli Wizards spezzano la parità nel supplementare. Bogdanovic, migliore dei suoi a quota 21, sbaglia poi la tripla del pareggio e i capitolini possono festeggiare.

Senza storia la partita di New Orleans, dove i Jazz scappano nella ripresa – 65-41 il parziale. Joe Johnson torna quello di un tempo e dalla panca ne infila 27 con 6/8 da 3.

nba.com

Torna Middleton – 5 punti in 15′ – ma nemmeno Milwaukee riesce a fermare la corsa impetuosa dei Miami Heat, arrivati a quota 12 vittorie di fila. Entrano nella storia perché è la prima volta che una squadra sotto il 50% di successi infila una striscia così lunga di vittorie. I quarti dispari sono quelli che decidono il match, con un parziale totale di 54-34 che condanna i padroni di casa: dominante Whiteside con 23 punti e 16 rimbalzi.

Toronto è in piena crisi e lo dimostra anche la sconfitta in casa dei Timberwolves: 50 punti, anche se con 5/17 da 3, della coppia DeRozan-Lowry non bastano per disfarsi di Minnesota, trascinata dagli 82 punti del trio Wiggins (31)-Towns (29+14)-Muhammad (22). Decisiva la tripla, l’unica di serata, di Tyus Jones a 20″ dalla sirena.

Con un super quarto quarto i Clippers espugnano il MSG di New York, sempre più giù in classifica. Sarà per quello che Oakley ha preso a spintoni – successivamente è stato arrestato – il proprietario Dolan? Sotto 118-115 Anthony ha sbagliato la tripla del possibile pareggio e poi Blake Griffin (per lui season high con 32 punti) ha chiuso i conti dalla lunetta.

Una bella prova nella ripresa basta e avanza ai Grizzlies per disfarsi dei Suns, ancorati al solito Booker che però non ha avuto possibilità di esprimersi dall’arco (soli 3 tentativi, tutti sbagliati). 23 punti per Conley, con 4/5 da 3.

Tutto facile anche per i soliti Warriors che tra primo e quarto periodo mettono insieme un parziale di 67-39 che lascia poco spazio ad interpretazioni e stende i Bulls. 28 con 6/9 da 3 per il festeggiato Klay Thompson, mentre Durant si risveglia da un periodo un po’ annebbiato con 22 punti, 10 rimbalzi e 7 assist.

Le voci di un possibile scambio per Cousins tra Celtics e Kings si rincorrono da ormai vari mesi, ma nello scontro tra le due franchigie proprio il #15 mancava per squalifica in seguito al 16esimo fallo tecnico stagionale. Sacramento, comunque, riesce ad imporsi con autorità grazie ad una panchina da 50 punti, che ha aiutato i Kings nel parziale di 59-43 segnato nella ripresa. Boston arrivava da 7 vittorie di fila, mentre i californiani avevano portato a casa solo un’affermazione negli ultimi 5 incontri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy