NBA Recap Inside: i Bulls confermano l’ottavo posto, Harden saluta la regular season con l’ultima tripla doppia

NBA Recap Inside: i Bulls confermano l’ottavo posto, Harden saluta la regular season con l’ultima tripla doppia

Tutte le gare della notte NBA.

di Marco Morandi
http://dcsportsbox.com

Nell’ultima notte di regular season NBA non ci sono state sorprese e il tabellone dei Playoffs è rimasto quello che si era già delineato qualche giorno fa.

I Miami Heat dovevano assolutamente vincere e puntare su una sconfitta dei Bulls per riuscire a riagguantare l’ottava posizione a Est; nella sfida contro Washington, già sicura del quarto posto e con Wall a riposo, Goran Dragic (28 punti) e Hassan Whiteside (24+18 rimbalzi) hanno fatto il loro dovere propiziando il parziale di 68-50 dei due quarti centrali, per il 110-102 Heat.
Purtroppo per Miami, però, Chicago ha avuto vita facilissima nella gara casalinga contro i derelitti Nets, chiusa sul +39 dopo un già abbastanza eloquente +18 all’intervallo lungo. Gli Heat abbandonano quindi le ultime speranze Playoffs e lasciano ai Bulls l’arduo compito di vedersela contro i leader della Eastern Conference, i Boston Celtics.

Vittoria casalinga anche per i bianco-verdi, che nonostante un Isaiah Thomas fuori forma (13 punti e 3/11 dal campo per lui) hanno saputo rimontare dalla brutta partenza contro i Bucks, per poi schiantarli con un 32-16 di parziale negli ultimi 12 minuti. 6 Celtics in doppia cifra e solo 8 perse di squadra per i padroni di casa, contro una Milwaukee ormai certa del quinto posto in classifica e priva di Antetokounmpo, Dellavedova e Snell.

Westbrook Robertson

Alla gara tra Nuggets e Thunder era presente un ospite di lusso, tale Oscar Robertson, a omaggiare l’uomo che gli ha strappato il record di triple doppie in una stagione. Westbrook però ha fatto mettere sullo scout solo 5 punti, 8 assist e 5 rimbalzi in appena 18 minuti di utilizzo, e Oklahoma City s’è dovuta arrendere a Denver; straripante Jokic, che ha chiuso con 29 punti, 16 rimbalzi, 8 assist e 5 stoppate.

I Clippers dovevano tenersi stretta la quarta posizione a Ovest vincendo in casa contro Sacramento, e così è stato; 82 punti del solo quintetto base per i losangelini, capaci di smazzare 29 assist a fronte di 6 palle perse: 115-95 il risultato finale, con dei Kings che hanno saputo restare a contatto solo per i primi due quarti.
Inutile quindi la prestigiosa vittoria contro San Antonio degli Utah Jazz, finiti quinti e che affronteranno proprio i Clippers al primo turno dei Playoffs. Sia Spurs che Jazz hanno sfruttato ampie rotazioni, con i mormoni davanti quasi per tutta la gara. Il tabellone segna 101-97 al termine della contesa.

Houston ha vinto la 55° gara stagionale grazie anche alla 21° tripla doppia del Barba (27+12+10) e alla solita scarica di triple (19/56 di squadra da oltre l’arco); 22+10 per Capela e 20 con 6/15 da tre per Ryan Anderson, mentre i Timberwolves, avversari di giornata, hanno avuto un super Towns da 28+21 e un ottimo Kris Dunn con 16 assistenze.

Nelle altre gare della notte i Pacers di un George da 32+11 hanno battuto per 104-86 degli Hawks privi di Howard, Schroeder e Hardaway Jr., i Pistons hanno perso la settima delle ultime 10 in casa dei Magic (32+12 per Aaron Gordon), Toronto ha vinto a Cleveland contro dei Cavs senza Big Three, i Mavs si sono tolti la soddisfazione di vincere a Memphis per 100-93 con un parziale di 30-19 nell’ultimo periodo, Durant ne ha messi 29 con 5/7 da tre nella vittoria degli Warriors sui Lakers, le riserve dei Pelicans hanno battuto quelle dei Trail Blazers per 103-100 e Carmelo Anthony ha deciso di giocare quella che potrebbe essere stata la sua ultima gara con la maglia dei Knicks, contibuendo con 17 punti alla vittoria per 114-113 contro dei Sixers quasi in vacanza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy