NBA Recap Inside: no Gobert, no problem! Joe Johnson brucia i Clippers

NBA Recap Inside: no Gobert, no problem! Joe Johnson brucia i Clippers

Bella partita allo Staples Center di LA, dove Jazz e Clippers si sono dati battaglia fino all’ultimo secondo, nel primo atto di quella che sembra poter essere una delle serie più equilibrate di tutto il primo turno.

di Leonardo Zeppieri, @TOPlayer3

 

Utah Jazz @ Los Angeles Clippers 97-95 (22-24, 30-28, 22-18, 23-25)
In una partita equilibrata i Jazz ottengono un’importante vittoria in gara 1. Eppure la serata di Utah non era cominciata benissimo: pronti via e dopo qualche secondo Gobert si inginocchia a terra, dolorante, dopo uno scontro con Mbah a Moute; il francese non tornerà più in campo (seguiteci per aggiornamenti). Il match è equilibrato fin dall’inizio. Silente Chris Paul (3 punti nel primo tempo) che si limita a servire un ispirato Blake Griffin (20 nel primo tempo per lui, ma nessun punto negli ultimi 16 minuti di partita). Dall’altra parte Favors sostituisce con grande efficacia Gobert, mettendo in difficoltà DeAndre Jordan (che terminerà comunque con una doppia doppia condita da 3 stoppate), mentre Joe Johnson è incontenibile. La prima frazione si chiude in parità a quota 52. Nel terzo quarto le squadre continuano a battagliare possesso su possesso; la difesa di Ingles tiene Redick ad appena 7 punti segnati; dalla panchina arriva ben poco (8 per Crawford, ma con 12 tiri) e così Paul comincia a mettersi in proprio (finirà con 25 punti, 11 assist, 7 rimbalzi, 3 rubate e solamente 1 persa). Più corale lo sforzo dei Jazz, che mandano in doppia cifra quattro giocatori, tra cui un Hayward da doppia doppia. I ragazzi di Snyder costruiscono un piccolo allungo all’inizio del quarto periodo (82-74 sulla tripla pazzesca di Hill) grazie al contributo delle loro point forward; Ingles e Diaw fanno molto più di quello che dice il tabellino. Los Angeles non è comunque doma e non si lascia allontanare dalla partita. Due giocate di Speights e qualche miracolo di CP3 riducono il gap fino al -1, ma grazie a due canestri di Hayward e JJ i Jazz affrontano l’ultimo minuto di partita con 5 punti di vantaggio (94-89). LA ricuce di nuovo il gap con le penetrazioni di Redick e Paul (a 13 secondi dalla fine). I Jazz avrebbero un timeout, ma Snyder non lo utilizza, affidantosi a Joe Johnson; l’ex Hawks ottiene il cambio difensivo su un pick and pop e gioca uno contro uno con Crawford, portandolo a centro area; alza la parabola, la palla rimbalza sul ferro e cade nel canestro allo scoccare della sirena.

 

MVP: Joe Johnson, autore di 21 punti (con 9\14 al tiro e 3\4 da 3) e del game-winner. Ci aggiunge 3 rimbalzi, 3 assists e 3 recuperi.
 Jazz (1-0): Hayward 19 (10 rimbalzi), Diaw 7, Gobert, Hill 16, Ingles 8, Favors 15, Johnson 21, Hood 8, Mack, Withey 3.
Clippers (0-1): Griffin 26, Mbah a Moute 7, Jordan 10 (15 rimbalzi), Paul 25 (11 assist), Redick 7, Crawford 8, Felton 4, Speights 8, Pierce.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy