NBA Recap Inside: Record Klay Thompson, Milwaukee vince senza Giannis

NBA Recap Inside: Record Klay Thompson, Milwaukee vince senza Giannis

Nella notte, Thompson entra di diritto nella storia NBA, mentre i Bucks vincono anche senza The Greek Freak, fuori per un infortunio che non spaventa

di Raffaele Guerini

La mano calda, caldissima di Klay Thompson lo porta di diritto nella leggenda NBA: le sue 14 triple sono infatti un record per il maggior numero di canestri dalla lunga distanza in una sola partita. Record strappato peraltro al suo compagno di squadra Steph Curry, che lo deteneva con 13 triple e stanotte lo assiste con 23 punti e 5 assist. Punteggio finale da All-Star Game: 149 punti di squadra per i Golden State Warriors che si liberano della pratica Chicago Bulls andando sul +20 già nel secondo quarto.

In un match tiratissimo tra Indiana Pacers e Portland Trail Blazers sono i secondi a spuntarla nel finale, grazie allo straordinario apporto della panchina: 4 giocatori in doppia cifra tra quelli non inseriti nel quintetto titolare, mentre ai Pacers non bastano 5 titolari tutti in doppia cifra.

Sull’altra costa invece vincono fuori casa i Sacramento Kings: non è l’unica notizia strana della serata, visto che la vittoria significa un tabellino da 4 vittorie e 3 sconfitte per una squadra su cui nessuno avrebbe puntato un soldo bucato a inizio stagione. Stanotte, gran parte del merito va a Willie Cauley-Stein che infila una doppia-doppia da 26 punti e 13 rimbalzi, ma l’apporto costante di De’Aaron Fox, Nemanja Bjelica e Buddy Hield ha dato una grossa spinta alle speranze dei Kings.

Speranze che sono altissime anche in quel di Milwaukee: la squadra sta macinando vittorie, eguagliando così il miglior inizio stagionale dal 1971-72 ad oggi. La vittoria di stanotte è importante anche perché arrivata in un momento delicato: l’assenza dell’uomo immagine Giannis Antetokounmpo, che ha fatto sudare freddo molti tifosi e membri dello staff in seguito a una gomitata che lo ha colpito alla testa. Non è un infortunio che lo terrà fuori a lungo: i suoi Bucks, ad ogni modo, vincono anche senza di lui e i tifosi non possono che esserne felici.

Altra sconfitta per i Los Angeles Lakers di LeBron James, che perdono di soli 4 punti in casa dei Minnesota Timberwolves di un ispirato Jimmy Butler, autore di 32 punti complessivi, di cui 15 solo nell’ultima frazione di gioco. LeBron sfiora la tripla doppia ma non basta, così come non basta il rientro di Brandon Ingram nel quintetto titolare. 2 vittorie e 5 sconfitte il tabellino di questi Lakers, che devono trovare al più presto la quadratura del cerchio per poter sperare in una posizione alta ai Playoff.

Portland Trail Blazers @ Indiana Pacers, 103 – 93 (Collins, McCollum 17, Lillard 16; Oladipo 21, Collison 17, Young 16)

Atlanta Hawks @ Philadelphia 76ers, 92 – 113 (Bazemore 18, Young, Spellman, Dedmon 11; Simmons 21, Fultz 16, Redick, Muscala 14)

Sacramento Kings @ Miami Heat, 123 – 113 (Cauley Stein 26, Hield 23, Fox 20; Richardson 31, Dragic 20, Whiteside 16)

Brooklyn Nets @ New York Knicks, 96 – 115 (Dinwiddie 17, Hollis-Jefferson 16, Russell 13; Hardaway Jr. 25, Ntilikina 16, Kanter 15)

Golden State Warriors @ Chicago Bulls 149 – 124 (Thompson 52, Curry 23, McKinnie 19; LaVine, Blakeney 21, Carter Jr. 18)

Toronto Raptors @ Milwaukee Bucks, 109 – 124 (Ibaka 30, Powell 22, Valanciunas 10; Ilyasova 19, Brogdon, Bledsoe 17)

Los Angeles Lakers @ Minnesota Timberwolves, 120 – 124 (James 29, Ingram 24, Kuzma 19; Butler 32, Towns 25, Okogie 17)

Dallas Mavericks @ San Antonio Spurs, 108 – 113 (Doncic 31, Smith Jr. 22, Barnes 18; DeRozan 34, Aldridge 20, Belinelli 13)

New Orleans Pelicans @ Denver Nuggets, 111 – 116 (Randle 24, Moore 18, Mirotic 17; Harris, Murray 23, Millsap 18)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy