NBA Recap Inside: torna alla vittoria Cleveland, Utah cade ad OKC. Davis straordinario

San Antonio vince la sfida delle riserve con Golden State, Miami batte Toronto e Devin Booker brucia Dallas sulla sirena.

di Leonardo Zeppieri, @TOPlayer3

Match clou

 

New Orleans Pelicans @ Charlotte Hornets 125-122 (32-27, 59-58, 83-78, 112-112)
Hornets che vengono da una partita dominata, e che provano a dare continuità. Dall’altra dei Pelicans che già guardano con fiducia al futuro. Alla fine serve un supplementare per decretare il vincitore di una partita sempre in equilibrio, con New Orleans che dà lo strappo decisivo nell’overtime, sempre per mano di Davis, assoluto protagonista dell’incontro. Oltre il 40% dall’arco per gli ospiti.
MVP: Nel giorno del suo compleanno, 46 punti, 21 rimbalzi, 3 assist e una stoppata in 45′. 18/31 al tiro, con 4/5 da 3 e 6/8 ai liberi.
Pelicans (25-40): Hill 16, Davis 46 (21 rimbalzi), Cousins 11, Holiday 15 (13 assist), Thompson 2, Cunningham 14, Crawford 19, Moore 2, Frazier
Hornets (29-36): Kidd-Gilchrist 8, Williams 27 (10 rimbalzi), Zeller 6, Walker 24, Batum 24, Belinelli 12, Lamb 14, Roberts 3, Wood 4
Minnesota Timberwolves @ Milwaukee Bucks 95-102 (19-23, 29-25, 27-28, 20-26)
I Bucks raccolgono un’importante in chiave Playoffs contro i TWolves di Towns. Partita equilibrata, con Milwaukee a guidare, ma mai con un distacco considerevole. Minnesota resta attaccata alla partita granzie ad uno straordinario KAT e ad un buon Rubio (22 punti, 8 assists e zero perse), ma nel finale è troppo imprecisa: sul 93-97 la squadra di Minneapolis butta via ben quattro possessi (una palla persa e tre tiri sbagliati). Male Wiggins.
MVP: Tony Snell, autore di 19 punti, con 6/9 al tiro e 4/7 da 3, a quali aggiunge 6 rimbalzi
Timberwolves (27-38): Wiggins 11, Dieng 7, Towns 35 (14 rimbalzi), Rush 4, Rubio 22, Bjelica 8, Dunn 4, Muhammad 4, Jones.
Bucks (32-33): Antetokoumpo 18, Middleton 11, Maker, Dellavedova 16, Snell 19, Monroe 12, Terry 5, Vaughn 10, Henson 11, Hawes.

 

Washington Wizards @ Portland Trail Blazers 125-124 OT (30-36, 49-70, 82-91, 112-112)

Partita incredibilmente fotocopia di quella di ieri, dove Washington ha vinto in rimonta sui Kings con un supplementare. Qui la prestazione è ancora più emozionante se si pensa che all’intervallo una Portland quasi perfetta guidava sul 70-49. Una rimonta culminata nell’overtime con il canestro della vittoria di Morris a 4 decimi dalla sirena, viziato però dal fatto che lo stesso qualche attimo prima aveva pestato la linea, andando quindi fuori campo: gli arbitri non si sono accorti – il caso non fa parte di quelli visionabili al replay – e hanno convalidato. Un 15-0 sul finire del quarto periodo porta gli Wizards sul +6, ma prima una tripla di Aminu e poi i liberi di Nurkic la pareggiano e la mandano al supplementare, visto che un monumentale Wall da 39 punti e 9 assist non infila il jumper della vittoria. Lillard porta i suoi sul 124-121, ma un 2/3 ai liberi di Beal e il discusso canestro di Morris hanno deciso la partita, inframezzato dalla stoppata di Wall sul jumper di Lillard ad una decina di secondi dal termine.

John Wall (solecollector.com)

MVP: John Wall. 39 punti, 9 assist, 2 rimbalzi e una stoppata decisiva su Lillard. 10/18 da 2, 3/5 da 3 e 10/12 ai liberi

Wizards (41-24): Morris 13 (11 rimbalzi), Porter 18 (10 rimbalzi), Gortat 15 (15 rimbalzi), Wall 39, Beal 26, Bogdanovic 11, Jennings 3, Mahinmi, Oubre, Smith, Satoransky.

Trail Blazers (28-36): Harkless 15, Vonleh 4, Nurkic 7, McCollum 34, Lillard 33, Crabbe 14, Aminu 11, Leonard 6, Napier.

 

Phoenix Suns @ Dallas Mavericks 100-98 (25-24, 20-23, 27-22, 28-29)
Vittoria in volata, quella dei Suns a Dallas. Partono fortissimo i Mavs sulle spalle di un Nowitzki che segna cinque di suoi primi sei tiri tentati. Phoenix non molla, nonostante un pessimo Bledsoe (4/16 al tiro). Il distacco non si allarga mai oltre i 7 punti e la squadra dell’Arizona nel finale ha le occasioni per vincerla; Booker (25 punti nel secondo tempo) porta i suoi dal -4 alla parità. Poi a 8 secondi dalla fine, gioca 1 vs 1 con Matthews e cadendo indietro segna il canestro nel 100-98, proprio sulla sirena. MVP: Devin Booker. Per lui 36 punti (12/20 dal campo e 10\10 ai liberi) e il canestro della vittoria
Suns (22-44): Warren 16, Jones 2, Chriss 3, Booker 36, Bledsoe 12, Ulis 8, Williams 10, Dudley 7, Barbosa 4.
Mavericks (28-37): Barnes 23, Matthews 7, Nowitzki 23 (11 rimbalzi), Curry 3, Ferrell 13, Harris 14, Barea 5, Mejri 2, Finney-Smith 6, Powell 2.
Utah Jazz @ Oklahoma City Thunder 104-112 (23-29, 48-62, 76-91)
Importante affermazione dei Thunder che, spinti dalla 32esima tripla doppia stagionale di Westbrook (33+11+14), vola al sesto posto a Ovest, mentre si libera della quarta, i Jazz, più facilmente del previsto. Dal secondo quarto, il vantaggio interno è sempre in doppia cifra, salvo essere leggermente limato nel finale quando Utah prova a rifarsi sotto, ma inutilmente.
MVP: Russell Westbrook. Fa (una tripla doppia da 33+11+14 oltre a 2 rubate e altrettante stoppate) e disfa (tirando 9/26 con 5 perse) ma senza il #0 anche gli ottimi Oladipo e Gibson non ne gioverebbero così tanto.
Jazz (41-25): Hayward 9, Johnson 5, Withey 2, Hill 9, Hood 4, Exum 22, Lyles 10, Burks 21, Ingles 3, Bolomboy 8, Neto 7, Diaw 4
Thunder (37-29): Roberson 3, Gibson 15, Adams 11, Oladipo 22, Westbrook 33 (11 rimbalzi e 14 assist), Kanter 16, Abrines 5, Christon, Sabonis 2, Grant, McDermott
Philadelphia 76ers @ Los Angeles Clippers 100-112 (30-32, 57-56, 79-75)
Tutto bene per 36′ per Philadelphia, ma poi il crollo: ultimo parziale tutto di marca losangelina che firma 37 punti nei soli 12′ finali e chiude la pratica. CP3 decisivo con 20 punti nella ripresa – chiuderà con un trentello. Ottimi Saric e Holmes, ma alla fine a chiuderla ci pensa il quintetto Clippers. 10-0 ad iniziare il quarto periodo e partita in discesa.
MVP: Chris Paul. 30 punti, 3 rimbalzi, 7 assist, 2 rubate, con 11/16 al tiro (di cui 4/4 da oltre l’arco).
Sixers (23-42): Saric 16, Covington 13, Okafor 14, Luwawu 9, McConnell 9, Stauskas 9, Holmes 24, Rodriguez 4, Anderson 2
Clippers (40-26): Griffin 15 (10 rimbalzi), Mbah A Moute 2, Jordan 19 (20 rimbalzi), Paul 30, Redick 12, Crawford 8, Rivers 6, Felton 6, Speights 11, Johnson 3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy