NBA Recap Inside: Wade e LeBron vintage rubano il palcoscenico

Nella notte NBA sono Wade e Lebron a rubare la scena ai nuovi che avanzano.

di Davide Barbieri, @barbieridavidee

• 5 to 5

Chicago perde la quinta partita consecutiva contro una Charlotte che invece conquista cinque su cinque, miglior striscia stagionale ma che non la fa ancora uscire da .500.
Terzo quarto decisivo con un dominante Dwight Howard rientrato nonostante un colpo subito nella prima frazione di gioco: importantissimi i 16 punti che han dato lo strappo per agguantare e poi gestire il risultato. Per gli ospiti il maggior scorer e’ Lavine che “vanta” anche il peggior +- della squadra (-20).

Chicago Bulls @ Charlotte Hornets 103-118

• 31 – 12 – 11

Per la prima volta in carriera Lebron James raggiunge quota tripla doppia di media su un intero mese ed e’ il primo giocatore a raggiungere 30000 punti, 8000 rimbalzi e 8000 assist. Gara tirata fino all’ultimo secondo con i Nets in vantaggio a 1:18 ma superati da una tripla di Rodney Hood, vantaggio consolidato dai liberi di Lebron e Hill.
A fine gara forti le dichiarazioni, che faranno molto parlare, dell’uomo immagine dell’NBA James che parla di una NCAA corrotta.

Brooklyn Nets @ Cleveland Cavaliers 123-129

• Wade 2009-2010

Fallo intenzionale a pochi secondi dalla fine sul pareggio: pochi avrebbero valutato positivamente la scelta di Dwyane prima del tiro successivo, pochi avrebbero saputo vincere la partita come ha fatto lui segnando 15 degli ultimi 17 punti degli Heat. Volendo ricercare Wade da 27 punti di media dobbiamo tornare alla stagione 2009-2010 e per quanto questa sia una singola partita vintage e’ l’aggettivo che meglio si addice alla prestazione di questa sera.

• Philadelphia 76ers @ Miami Heat 101-102

• Washington Wizards @ Milwuaukee Bucks 107-104

• Sacramento Kings @ Portland Trail Blazers 99-116

• Los Angeles Clippers @ Denver Nuggets 122-120

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy