NBA Recap Inside: Westbrook trascina i Thunder contro i Cavs; colpaccio Mavs contro i Jazz all’OT

La ventiseiesima tripla doppia stagionale di Westbrook aiuta i Thunder ad avere la meglio su dei Cavs privi di energie. Nowitzki e Barnes regalano un’importante vittoria ai Mavs contro i Jazz.

di Nicolò Marchese, @@nickmarchese93

Le partite clou

Cleveland Cavaliers @ Oklahoma City Thunder 109-118 (21-29; 57-55; 82-86)

bleacherreport.com

La ventiseiesima tripla doppia stagionale di Russell Westbrook aiuta i Thunder a conquistare una vittoria importante contro la prima della classe ad Est, che permette loro di consolidare la propria posizione all’interno della griglia playoff. Una partita molto bella, combattuta, che James e compagni giocano bene, nonostante i numerosissimi impegni ravvicinati. E proprio questo fattore risulta decisivo: nel quarto periodo i Cavs accusano un calo fisico evidente, che spiana la strada al successo di OKC. I Thunder, tra l’altro, vincono in quasi tutte le caselle statistiche (rimbalzi, assist e palle perse) e, nonostante una percentuale dal campo leggermente peggiore (ed una notevolmente inferiore da tre punti), riescono a centrare un successo dal peso specifico non indifferente. In attesa che alla Chesapeake arrivi il tanto “atteso” Kevin Durant.

Cavs (36-16): James 18; Irving 28; Thompson 10; Love 15 (12 rimbalzi); McRae 6; Korver 8; Williams 12; Frye 7; Felder 2; Jefferson; Liggins; Jones 3.

Thunder (31-23): Roberson 8; Adams 20 (13 rimbalzi); Oladipo 23; Westbrook 29 (12 rimbalzi, 11 assist); Sabonis 8; Lauvergne 4; Grant 2; Payne 15; Abrines 2; Morrow 7.

MVP: le statistiche parlano per lui. Può piacere o meno, ma la stagione di Russell Westbrook entrerà di diritto negli annali di questo sport. Tripla doppia numero ventisei della sua incredibile annata. Alcune scelte potranno essere discutibili, ma è una dinamo di energia che non trova innanzi a sé alcun ostacolo invalicabile. Anche oggi è il trascinatore assoluto.

Utah Jazz – Dallas Mavericks 105-112 OT (23-20; 54-42; 78-68; 100-100)

bleacherreport.com

Grazie ad una super rimonta, i Dallas Mavericks battono gli Utah Jazz e tengono viva la fiammella della speranza playoff. Una partita che, però, vede i Jazz dettare legge per tutto il primo tempo, salvo poi smarrirsi ed aprire la strada a Nowitzki e compagni. Errori di gioventù quelli commessi dai giocatori di Quin Snyder, che gettano alle ortiche una ghiotta occasione per consolidare la propria posizione ad Ovest. Salvatori della patria, in casa Mavs, sono Nowitzki e Barnes. Il primo segna il jumper che manda la partita al supplementare con una manciata di secondi alla fine; il secondo detta legge nell’OT, segnando i canestri che risulteranno essere, poi, decisivi.

Jazz (34-20): Hayward 36; Ingles 16; Gobert 15 (15 rimbalzi); Favors 6 (10 rimbalzi); Exum 5; Johnson 8; Mack 3; Burks 12; Diaw 4; Lyles.

Mavs (21-32): Barnes 31; Curry 16; Matthews 15; Nowitzki 20; Ferrell 9; Harris 13; Mejri 6; Finney-Smith; Anderson 2; Powell.

MVP: Harrison Barnes si dimostra, ancora una volta, una delle poche luci di questi Mavs. 31 punti, con un solido 12/20 dal campo ed un ottimo 2/3 dall’arco. Tutti numeri importati per un giocatore che sembra, pian piano, aver trovato la sua dimensione da “primo violino” in Texas, dopo gli anni vincenti, ma altalenanti a livello individuale, di Oakland.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy