NBA Recap point: cadono i Clippers, i Suns demoliscono i Pacers, Durant stende San Antonio

0

alamocitytimes.com
Los Angeles Clippers(29-15) @ Charlotte Bobcats(19-25):
I Clippers, reduci da un lungo giro di trasferte ad Est facevano visita ai Bobcats alla ricerca di preziose vittorie per un piazzamento Playoff. Dopo un primo tempo in equilibrio che vedeva in vantaggio i losangelini i “Cats” hanno una reazione e con un mini parziale a cavallo dei due quarti finali ribaltano il risultato. Mattatore del match “Big” Al Jefferson, autore di 24 punti e 10 rimbalzi. Nei Clippers invece da segnalare l’ottima prova di Griffin autore di 25 punti e 7 rimbalzi.
Finale: Los Angeles Clippers 91 – Charlotte Bobcats 95

Chicago Bulls(21-20) @ Cleveland Cavaliers(15-27):
Luol Deng sfida il suo passato in un match tra scontente alla Quicken Loans Arena. La partita
è sostanzialmente in equilibrio nel primo tempo ma il terzo quarto è quello decisivo: i Bulls chiudono in parziale di 28-18 andando in vantaggio. Ottima prova di DJ Augustin, autore di 27 punti e 7 assist e 5 rimbalzi. Nei Cavs spicca il solito Kyrie Irving che segna 26 punti. Incolore invece la prestazione dell’ex Deng autore di 11 punti con un disastroso 2-11 dal campo.
Finale: Chicago Bulls 98 – Cleveland Cavaliers 87

Atlanta Hawks(22-19) @ Orlando Magic(11-32):
Destini opposti si incrociano ad Orlando: una squadra,gli Hawks, in piena corsa playoff, l’altra, i Magic, impegnata al tanking più estremo. Tuttavia questa differenza non pare esserci in campo: la partita è equilibrata e solo dei liberi nel finale di Antic, che chiuderà con una doppia-doppia da 10 punti e 10 rimbalzi, sanciscono la vittoria degli Hawks. Ottima partita anche per il solito Millsap autore di 24 punti. Nei Magic invece è Oladipo a distinguersi, chiudendo la gara con 24 punti e 7 rimbalzi.
Finale: Atlanta Hawks 112 – Orlando Magic 109

Dallas Mavericks(25-19) @ Toronto Raptors(21-20):
I Mavericks ottavi ad Ovest ed in piena corsa per la post season facevano visita ai sorprendenti Toronto Raptors, quarti ad Est e rinati dopo la trade di Rudy Gay. Dopo un primo quarto che vedeva in vantaggio i Mavs di 19 punti i Raptors cominciano la rimonta e si portano a – 8 alla fine del primo tempo. Nel quarto periodo la rimonta si concretizza con i Raptors che infilano un parziale di 25-12. Sontuosa la prova di DeRozan autore di 40 punti. Nei Mavs, orfani di Nowitzki, spicca Ellis autore di 21 punti.
Finale: Dallas Mavericks 85 – Toronto Raptors 93

Boston Celtics(15-29) @ Washington Wizards(20-21):
I Celtics, senza Rondo lasciato a riposo, facevano visita ai Wizards sesti ad Est. La partita vede quasi sempre in vantaggio i biancoverdi trascinati dalla sontuosa prova di Jeff Green che chiuderà con 39 punti e 9 rimbalzi. Tuttavia i “maghi” rialzano la testa e trascinati da Wall e Beal, autori alla fine rispettivamente di 28 e 14 punti, con un parziale a cavallo tra il terzo ed il quarto periodo agguantano il pareggio. Non bastano i tempi regolamentari per decretare un vincitore e quindi si va all’Overtime. Quì l’equilibrio è spezzato solo da Gerald Wallace che, a 2,3 secondi dalla fine, appoggia al vetro il canestro della vittoria per i biancoverdi.
Finale: Boston Celtics 113 – Washington Wizards 111

Philadelphia 76ers(14-28) @ New York Knicks(15-27):
I Knickerbockers cercano il riscatto dopo la batosta subita nel “derby” del Martin Luther King Day contro Brooklyn. Dopo un primo tempo in sostanziale equilibrio i Sixers fanno la voce grossa e portano a casa la partita, aiutati dal probabile Rookie of the Year Michael Carter-Williams autore di una simil tripla-doppia da 19 punti 12 rimbalzi e 7 assist ed Evan Turner autore di 34 punti e 11 rimbalzi. Un Chandler da 20 punti e 10 rimbalzi e un Carmelo Anthony da 28 punti e 7 assist non bastano ad evitare a New York l’ennesima sconfitta casalinga.
Finale: Philadelphia 76ers 110 – New York Knicks 106

Sacramento Kings(15-26) @ Houston Rockets(29-15):
Gli Houston Rockets cercano conferme contro i Sacramento Kings reduci dalla bella vittoria contro i Pelicans. La partita appare chiusa già nel primo tempo con i Rockets che si trovano già in vantaggio di 11 lunghezze complici gli infortuni di Rudy Gay e di DeMarcus Cousins usciti anzitempo dal parquet. Splendida prova del duo Harden-Howard autori rispettivamente di 24 punti e 9 assist e 26 punti e 13 rimbalzi. Nei Kings da segnalare l’ottima prova del solito Isaiah Thomas che chiude con 20 punti e 6 assist.
Finale: Sacramento Kings 98 – Houston Rockets 119

Detroit Pistons(17-25) @ Milwaukee Bucks(8-33):
I Pistons, alla ricerca di vittorie per continuare la rincorsa ai Playoff, facevano visita ai Bucks fanalino di coda della Eastern Conference . Dopo un primo tempo chiusosi con i Pistons in vantaggio di 6 lunghezze i Bucks riescono a rimontare e grazie all’ottima prova di Butler, autore di 30 punti, riescono a portarsi in vantaggio. Ottima prova anche di Knight autore di 16 punti, 7 rimbalzi e 9 assist. Nei Pistons da segnalare l’ottima prestazione dell’ex Jennings autore di 30 punti. Solo panchina per il nostro Gigi Datome.
Finale: Detroit Pistons 101 – Milwaukee Bucks 104

Oklahoma City Thunder (33-10) @ San Antonio Spurs (32-10):
Match clou della notte era quello che si giocava all’ombra dell’Alamo tra le prime due forze ad Ovest: OKC e San Antonio. Il primo tempo si conclude in equilibrio con OKC con un vantaggio di 2 lunghezze sui nero-argento. I Thunder nel quarto periodo scappano grazie a Reggie Jackson autore di 27 punti e 8 rimbalzi che ben sta figurando in contumacia Westbrook. Ennesima ottima prova di Kevin Durant autore di 36 punti, 7 rimbalzi e 5 assist a sugellare un periodo di forma stratosferico. Agli Spurs non bastano i 37 di Parker ed i 13 di Belinelli partito titolare.
Finale: Oklahoma City Thunder 111 – San Antonio Spurs 105

Indiana Pacers(33-8) @ Phoenix Suns(24-17):
Gli Indiana Pacers, detentori del miglior record in NBA facevano visita ai sorprendenti Suns settimi ad Ovest. Dopo il primo quarto in equilibrio i Suns scappano e si portano sul + 13 alla fine del primo tempo. Vani i tentativi di rimonta dei Pacers che devono arrendersi all’irreale percentuale da 3 di squadra degli avversari(69 %). Nei Suns spicca la prestazione del solito Goran Dragic autore di 21 punti con 8-10 dal campo. Nonostante la pesante sconfitta della sua squadra Paul George non sfigura e conclude con 26 punti e 7 rimbalzi.
Finale: Indiana Pacers 100 – Phoenix Suns 124

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here