NBA Recap Point: Indiana cade a Orlando, un super Durant stende i Knicks, il ritorno di CP3 sul parquet

0

New York Knicks 100-112 Oklahoma City Thunder NYK:Stoudemire 16,Felton 16,Anthony 15 OKC:Durant 41,Jackson 19,Ibaka 16 Dopo la brutta e sorprendente sconfitta contro gli Orlando Magic, i Thunder hanno assoluto bisogno di una vittoria per conservare il primo posto nella Western Conference. Ad Oklahoma City arrivano i New York Knicks, che non hanno di certo i favori del pronostico, ma per tornare in corsa ai PO la squadra di Woodson ha bisogno di una scossa, anche contro gli avversari più “ostici”. La partita è molto divertente ed equilibrata, OKC chiude il primo quarto sul +1 ( 29-28 ). Nonostante la brutta prestazione di Anthony nei primi due quarti, i Knicks restano in partita e all’intervallo sono sotto di appena 5 punti ( 58-53 ) .Grazie a uno strepitoso Kevin Durant, i Thunder riescono ad aumentare il vantaggio, e alla fine del terzo quarto sono avanti di 8 punti ( 86-78 ) .I Knicks non riescono a riaprire la partita nell’ultimo quarto, accettando quasi “passivamente” la sconfitta negli ultimi minuti di gioco. L’incontro si chiude 112-100 a favore dei Thunder ,che conquistano cosi la 41a vittoria stagionale. Da segnalare, come al solito ,la prestazione di KD, che chiude con 41 punti,10 rimbalzi e 9 assist. Chicago Bulls 92-86 Los Angeles Lakers CHI:Noach 20, Gibson 18, Hinrich 17 LAL:Kaman 27, Marshall 17, Hill 15 Allo Staples Center va in scena una sfida non certo tra due squadre di vertice, ma comunque un incontro molto interessante. Il primo quarto della partita è a senso unico, con i Bulls che toccano anche il +11 ( 34-23 ). I Lakers non mollano e grazie a un mini-parziale riescono a tornare in partita: il risultato all’intervallo è 52-46 a favore della squadra di Chicago. Nel terzo quarto torna il dominio di Chicago, che tocca nuovamente la doppia cifra di vantaggio e a 10’ dalla fine è avanti di ben 15 punti( 77-62 ). Tuttavia, i Lakers non si arrendono e grazie a un sorprendente Chris Kaman riaprono la partita, arrivando a -4 nel finale. Purtroppo la super-rimonta nell’ultimo quarto non basta ai gialloviola, che vengono sconfitti dai Bulls con il risultato di 92-86. Da sottolineare il Season-High di Kaman, che chiude la sfida con una doppia doppia da 27 punti e 10 rimbalzi. Per Chicago come al solito molto positiva la prestazione del reparto lunghi, Noah e Gibson segnano rispettivamente 20 e 18 punti. Dallas Mavericks 102-91 Boston Celtics DAL: Nowitzki 20,Calderon 18,Carter 14 BOS: Green 18,Rondo 15(12 assist),C.Johnson 14 Sfida quasi “di secondo piano” al TD Garden di Boston, tra i Dallas Mavericks, che per continuare a puntare ad i PO ad Ovest hanno l’obbligo di vincere, ed i Boston Celtics, protagonisti di una stagione di “transizione”, ma che provengono da 3 vittorie consecutive. La partita nel primo quarto è molto equilibrata ed il punteggio relativamente basso: 17-16 a favore dei Mavericks. Durante il secondo la partita si movimenta, con i Mavs che restano sempre in vantaggio e Boston che riesce in un modo o nell’altro a rimanere aggrappata alla partita: il risultato all’intervallo è 44-38 a favore della squadra di Dallas. Boston non riesce a rientrare in partita nel terzo quarto, e complice un attacco molto in difficoltà chiude il terzo quarto a -16 ( 72-56 ). L’ultimo quarto, nonostante il risultato già quasi acquisito, è molto divertente, con i Celtics che però non riescono ad avvicinarsi mai in maniera significativa a Dallas.La sfida si chiude 102-91 a favore dei Californiani. Da segnalare per Boston la doppia doppia del ritrovato Rajon Rondo ( 15 punti e 12 assist ), che arriva con la partita di stanotte a 4.000 assist in carriera! Dallas come al solito è guidata da Dirk Nowtizki, 20 punti con 7-16 al tiro. New Orleans Pellicans 81-93 Brooklyn Nets NO: Davis 24, Roberts 12, Rivers 10 BRK: Plumlee 22, Teletovic 13, Anderson 13 I Brooklyn Nets ospitano i New Orleans Pellicans, che si presentano al Barclays Center senza Tyreke Evans e Ryan Anderson. Il primo quarto è dominato dai Nets, che superano la doppia cifra di vantaggio dopo non appena 5 minuti e chiudono sul +15 i primi 12 minuti( 29-14 ). Nel secondo quarto non c’è un’inversione di tendenza, e i Nets aumentano il vantaggio a +23 all’intervallo. Nel terzo quarto si sblocca finalmente l’attacco dei Pellicans, che riapre parzialmente la partita: 71-60 il risultato ad un quarto dalla fine. Il quarto quarto è molto equilibrato, con Brooklyn che gestisce bene il vantaggio e non fa rientrare in partita NOLA. La partita si chiude sul risultato di 93-81 per i Nets. Decisiva è stata la panchina di Brooklyn, visto che nessuno dei giocatori in quintetto ha chiuso la partita in doppia cifra! Per NOLA grandissima partita di Anthony Davis, che però non basta ad impedire la sconfitta. Memphis Grizzlies 83-91 Cleveland Cavaliers MEM: Calathes 17, J.Johnson 15, Randolph 14 CLE: Irving 28, Waiters 18, Miles 14 Molto interessante l’incontro che si svolgerà in quel di Cleveland, obiettivo tornare in corsa nella lotta PO nelle rispettive Conference. Nel primo quarto la partita è molto equilibrata, Cleveland riesce a portarsi avanti e chiude sul +4 i primi 12 minuti di gioco ( 22-18 ). Nel secondo quarto non c’è un’ inversione di tendenza, partita più testa a testa ma poi prevale nuovamente Cleveland, che vola sul +9 all’ intervallo ( 42-33 ). Nel terzo quarto si sblocca finalmente l’attacco dei Grizzlies, che non riescono però a riaprire definitivamente la partita (61-53 per i Cavs alla fine del 3 periodo ). L’ultimo quarto è molto divertente, con i Grizzlies che riescono ad agguantare un insperato pareggio che porta la partita all’OT! Il tempo supplementare è dominato da Irving e compagni, che vincono la partita per 91-83!

www.trbimg.com
Indiana Pacers 92-93 Orlando Magic IND: George 27, Stephenson 16, West 14 ORL: Oladipo 23, Vucevic 19, Harris 13 Vittoria scontata e tranquilla per i Pacers? No, i Magic compiono nuovamente un miracolo: dopo aver sconfitto Oklahoma City la squadra di Orlando stende anche gli Indiana Pacers! Il primo quarto è molto equilibrato, i Pacers si portano in vantaggio e chiudono il primo periodo sul +3 ( 31-28 ). Nel secondo quarto l’attacco dei Magic va in difficoltà, e i Pacers ne approfittano per allungare e all’intervallo sono avanti di 9 lunghezze ( 52-43 ) . Il terzo quarto è molto equilibrato,con i Pacers che gestiscono il vantaggio e toccano il + 10 a fine periodo ( 74-64 ). Durante l’ultimo quarto i Magic compiono l’insperata rimonta, grazie ad un’ottima prestazione di squadra segnano 29 punti e vincono a sorpresa per 93-92! Da segnalare l’ottima prestazione di George per i Pacers e di Vucevic e Oladipo per i Magic. Sacramento Kings 84-93 Washington Wizards SAC: Thomas 30, Cousins 14, McLemore 11 WAS: Nene 18, Gortat 17, Beal 16 I Washington Wizards ospitano i Sacramento Kings, in una sfida che ha tutti i presupposti per divertire! Si parte con un primo quarto equilibrato, in cui prevalgono i Wizards ( 28-24 ) . Nel secondo periodo la squadra di Washington prende il largo, segnando 29 punti che le permettono di andare sul +12 ( 57-45 all’intervallo ). I Kings giocano un buon terzo quarto, ma riescono a diminuire lo svantaggio di un solo punto ( 75-64 ) . L’ultimo quarto è gestito bene dai Wizards, che riescono a portare a casa la “W” con un risultato di 93-84 . Ottima la prestazione di Isiah Thomas( 30 punti e 8 assist ) che però non basta ai Kings.
contropiede.net
Philadelphia 76ers 78-123 Los Angeles Clippers PHI: Wroten 21, Young 15, Carter-Williams 14 LAC: Griffin 26, Crawford 21, Collison 12 Ritorna sul parquet dello Staples Center Chris Paul dopo circa due mesi di infortunio, ma questa è una sola delle tante buone notizie che i Clippers “ricevono” da questa partita. La squadra guidata da Doc Rivers chiude la partita già nel primo quarto, dove segna 46 punti e ne subisce appena 15,portandosi sul +31! La musica non cambia nella seconda frazione, i Clippers aumentano il vantaggio di 8 lunghezze portandosi sul +39 all’intervallo ( 69-30 ). Il risultato è già acquisito, ma i Clippers continuano a divertire segnando 31 punti e portandosi sul +49. L’ultimo quarto è piuttosto noioso, con Doc che dà spazio alle riserve. La partita si chiude sul 123-78 in favore dei Clippers, che consolidano cosi il loro primo posto nella Pacific Division. Paul, alla sua prima partita dopo l’infortunio (lo ricordiamo), segna 7 punti ( 3-6 al tiro ) e smazza ben 8 assist in 22 minuti di utilizzo.