Ottava vittoria di fila per OKC, i Lakers crollano in casa coi Jazz

0

Oklahoma City Thunder-Indiana Pacers 104-93

Gli Oklahoma City Thunder (17-4) hanno sconfitto in casa gli Indiana Pacers (10-11) e hanno allungato la loro striscia positiva a 8 successi consecutivi. Per vincere i Thunder si sono affidati al solito attacco straordinario, con 27 punti di Durant e 24 di Martin, ma anche a un’ottima pressione difensiva nel corso del secondo tempo con soli 37 punti concessi agli avversari. Gli Indiana Pacers con questa sconfitta, arrivata nonostante i 21 punti di West e i 17 di George, sono così scesi sotto il 50% di vittorie.

Partita: Con 13 punti di Martin i Thunder chiudono il primo periodo sopra 25 a 22 raggiungendo poi anche il +13 grazie ai canestri dall’arco di Westbrook e dello stesso Martin (45-32 al 18’). I Pacers, però, reagiscono e con George e una tripla di Hill rimontano e sorpassano i padroni di casa (51-53 al 23’). A chiudere il primo tempo sul 57 a 56 sono 3 punti di Durant, 3 liberi di Westbrook e una bomba di Stephenson. Nel terzo quarto i Thunder provano a mettere il turbo col trio Westbrook-Durant-Ibaka e al 36’ sono in vantaggio per 84-74. Gli ospiti si riportano fino al -3 al 42’ con una tripla di George per poi crollare definitivamente sotto i colpi di Westbrook (104-93 al 48’).

Oklahoma City Thunder: Durant 27, Ibaka 12, Perkins 4, Sefolosha 2, Westbrook 21, Martin 24, Collison 5, Thabeet 3, Maynor 6.

Indiana Pacers: George 17, West 21, Hibbert 10, Hill 15, Stephenson 10, Mahinmi 4, Green 8, Augustin 4, Young 2, Hansbrough 2.

Los Angeles Lakers-Utah Jazz 110-117

I Los Angeles Lakers (9-12), ancora privi di Nash e Gasol, non riescono proprio a porre fine al momento di crisi che stanno attraversando e stanotte hanno aggiunto un’altra sconfitta alla loro classifica perdendo in casa contro degli ottimi Utah Jazz (12-10). I Jazz, che sono sembrati sempre padroni dell’incontro, sono stati guidati al successo dai 24 punti e 9 rimbalzi di Millsap e dai 22 punti e 9 assist di Mo Williams. Ai Lakers, produttivi in attacco ma pessimi in difesa, non sono bastati i 34 punti di Kobe Bryant e i 17 punti e 9 rimbalzi di Hill in uscita dalla panchina. Howard è andato in doppia doppia (11 punti e 16 rimbalzi) ma non è parso ancora al top della forma.

Partita: I Jazz partono subito fortissimo toccando il +8 per poi venire rimontati dalla panchina dei Lakers guidata da Hill e superati a fine periodo da un canestro di Bryant (27-25 al 12’). Gli ospiti, però, con i canestri di Kanter, Williams e Carroll raggiungono nel secondo periodo la doppia cifra di vantaggio (43-55 al 21’) e chiudono il primo tempo sopra 51 a 60 a causa dei canestri di Hill e Bryant. Con le giocate di Bryant, i canestri di World Peace e la schiacciata di Howard i padroni di casa si riportano a -1 (78-79 al 33’), poi sono Williams e il solito Bryant a chiudere il terzo periodo sull’85-88. I Jazz partono a razzo anche negli ultimi 12’ e grazie a Kanter, Millsap e Hayward piazzano il break decisivo (95-109 al 43’). Bryant riavvicina i Lakers a -5 con 1’ da giocare, ma Williams con 2 liberi fissa il risultato finale sul 110 a 117.

Los Angeles Lakers: World Peace 11, Jamison 3, Howard 11, Bryant 34, Duhon 12, Hill 17, Meeks 16, Morris, Ebanks 5.

Utah Jazz: Ma.Williams 7, Millsap 24, Jefferson 14, Foye 7, Mo Williams 22, Kanter 14, Hayward 14, Tinsley 5, Carroll 10, Evans.