Senza Curry, i Warriors stendono i Knicks grazie ad un ultimo quarto perfetto

0

Dopo la vittoria sui Bulls, i Golden State Warriors mietono un’altra vittima: si tratta dei New York Knicks che escono sconfitti 92-78 dalla Oracle Arena. Senza Stephen Curry, alle prese con un problema alla caviglia, i Warriors hanno sofferto nel primo tempo il talento dei Knicks e soprattutto di Fields, autore di 13 punti in 17’, rimanendo però sempre attaccati al match grazie alla buona vena di Smith e Lee. Nella ripresa la musica è cambiata: dopo aver toccato il -8, a suonare la carica per i padroni di casa è stato Brandon Rush che con 12 punti li ha riportati in parità. Nell’ultimo quarto i Warriors hanno impartito una lezione di difesa ai Knicks ed alle sue stelle Anthony e Stoudemire (che hanno chiuso con un complessivo 8/27 dal campo), tenendoli fermi a 14 punti. In attacco si è svegliato Monta Ellis che, dopo aver sparacchiato nei primi tre quarti, con 12 punti ha dato il la al parziale di 17-2 che ha chiuso il match in favore di Golden State.

Primo quarto – Buona partenza dei Knicks che piazzano subito un break di 2-8; non si fa attendere la risposta dei Warriors che con 7 punti di Smith si riportano a -2 (10-12). La schiacciata di Fields e i 5 liberi mandati a bersaglio da Anthony riportano avanti New York, ma i canestri di Rush e McGuire permettono ai padroni di casa di chiudere la frazione sotto 21-23.

Secondo quarto – Sorpassa Golden State con il jumper di Thompson e la schiacciata di Lee. Il layup di Walker apre il parziale di 0-8, chiuso da due liberi di Stoudemire, che riporta avanti New York (25-31). I Knicks provano a prendere ulteriormente il largo con la tripla di Walker e la schiacciata di Fields, ma i Warriors rispondono con due recuperate che trasformano in 4 punti (32-36). Un jumper di Anthony ed una bomba di Fields aumentano il divario, ma 6 punti consecutivi di Ellis permettono a Golden State di chiudere sotto 37-43.

Terzo quarto – Rush accorcia le distanze da oltre l’arco, ma Stoudemire ed Anthony riportano i Knicks a +8 (40-48). Non mollano i Warriors che non solo recuperano, ma sorpassano grazie ad un break di 11-2, orchestrato da un chirurgico Rush, che vale il 51-50. Dopo un botta e risposta, New York rimette la testa avanti con un 0-5 firmato da Stoudemire che la riporta a +3. Ci pensa Rush con un’altra tripla a impattare sul 64-64.

Ultimo quarto – 4 punti di McGuire ed una schiacciata di Wright portano i Warriors a +7 (72-65). Fields da oltre l’arco dimezza lo svantaggio, ma i Knicks si squagliano come neve al sole dinanzi alla difesa dei Warriors. Questi, infatti, stringono le marcature in difesa, mentre in attacco sale in cattedra Ellis che segna ben 12 punti nel parziale di 17-2 che mette in ginocchio New York (89-70). Negli ultimi minuti i Knicks provano a rendere meno amaro il risultato con Jordan che dalla lunetta fissa il punteggio sul 92-78.

GOLDEN STATE WARRIORS-NEW YORK KNICKS 92-78
Parziali: 21-23, 16-20, 27-21, 28-14
Golden State Warriors: D. Wright 8 pt, Lee 13 pt, Biedrins 2 pt, Ellis 22 pt e 8 ass, Smith 11 pt, Brown 3 pt, Rush 19 pt, Thompson 2 pt, Udoh 4 pt, McGuire 8 pt, Jenkins, Tyler, C. Wright ne.
New York Knicks: Anthony 13 pt, Stoudemire 16 pt e 10 rim, Chandler 2 pt, Douglas 6 pt, Fields 14 pt, Bibby 2 pt, Harrellson, Walker 14 pt, Novak 3 pt, Balkman 4 pt, Jordan 4 pt, Lin.