Tripla-doppia di Pierce, Hawks ko. Smith show: 7W in fila per i Knicks. Ok Magic, Raptors e Sixers

0

Ph.: fansided.comBOSTON CELTICS (38-34) – ATLANTA HAWKS (40-33) 118-107

Privi di Kevin Garnett, i Celtics danno vita ad una partita spettacolare dal punto di vista offensivo, imponendosi sugli Hawks per 118-104. Ancora una volta straordinario Paul Pierce, che si è caricato la squadra sulle spalle e l’ha condotta al successo con una tripla-doppia da 20 punti, 10 rimbalzi e 10 assist. Jeff Green ormai è diventato una certezza ed è stato il top scorer del match con 27 punti, mentre Jason Terry si è regalato una serata da 5/7 da oltre l’arco e 24 punti, contribuendo in maniera determinante alla seconda vittoria in fila dei verdi. Sotto di 11 nell’ultimo quarto, gli Hawks sono rientrati fino al -6, ma un jumper di Bass ed una tripla di Terry ha permesso a Boston si riprendere la doppia cifra di vantaggio (107-94) e di chiudere l’incontro con 5’ d’anticipo. 

Celtics: Green 27 pt, Bass 13 pt, Wilcox 4 pt, Pierce 20 pt, 10 rim e 10 ass, Bradle 8 pt, Lee 2 pt, Terry 24 pt, Crawford 5 pt, Randolph 9 pt e 13 rim, Williams 6 pt.
Hawks: Smith 18 pt, Johnson 5 pt, Petro 4 pt, Stevenson 3 pt, Teague 17 pt e 7 ass, Tolliver 14 pt, Jones 6 pt, Korver 7 pt, Mack 12 pt e 9 ass, Jenkins 2 pt, Scott 19 pt. 

 

NEW YORK KNICKS (45-26) – CHARLOTTE BOBCATS (17-55) 111-102

J.R. Smith ha scollinato oltre i 30 punti per la terza volta consecutiva ed i Knicks hanno battuto senza grossi patemi d’animo i Bobcats per 111-102, conquistando la settima vittoria consecutiva senza Chandler e Stoudemire. I padroni di casa hanno giocato un primo tempo spettacolare, toccando addirittura il +30 a metà del secondo quarto (58-28) grazie ad una tripla di Smith. Dopo aver tirato con il 62% dal campo ed il 75% da tre (9/12) nei primi 24’, New York ha segnato solo 5 dei 18 tiri tentati nel terzo quarto, permettendo agli avversari di rientrare fino al -14 (83-69). Nell’ultimo Charlotte ha approfittato dell’appannamento dei padroni di casa ed ha ridotto le lunghezze di distacco a 9, ma a quel punto ci hanno pensato Smith e Carmelo Anthony (32 punti e 11 rimbalzi) ad archiviare la pratica. 

Knicks: Anthony 32 pt e 11 rim, Shumpert 8 pt, Martin 6 pt, Felton 18 pt, Prigioni, Smith 37 pt, Novak 3 pt, Kidd 3 pt e 7 rim, Copeland 2 pt, Camby 2 pt, White.
Bobcats: Kidd-Gilchrist 14 pt e 8 rim, McRoberts 6 pt, Biyombo 2 pt e 9 rim, Henderson 35 pt, Walker 16 pt e 8 ass, Gordon 12 pt, Taylor 8 pt, Pargo 9 pt. 

 

ORLANDO MAGIC (19-54) – WASHINGTON WIZARDS (26-46) 97-92

Tobias Harris ha sfoderato una prestazione da 30 punti e 11 rimbalzi ed i Magic sono riusciti ad interrompere la striscia di 8 sconfitte consecutive, difendendo il proprio campo contro i Wizards, battuti per 97-92. Maurice Harkless ha aggiunto 18 punti e 9 rimbalzi, mentre in uscita dalla panchina E’Twaun Moore e Andrew Nicholson hanno combinato 29 punti. A Washington non sono bastati i 35 punti di uno strepitoso John Wall per evitare la sconfitta. I Magic sono stati avanti anche di 16, ma hanno dovuto sudare fino all’ultimo per strappare la vittoria: Harris ha segnato il canestro del +5 a 90 secondi dal termine, Wall ha accorciato dalla lunetta, ma ha poi sbagliato la tripla del possibile overtime. 

Magic: Harkless 18 pt e 9 rim, Harris 30 pt e 11 rim, O’Quinn 4 pt, Jones 2 pt, Nelson 2 pt, Udrih 10 pt e 9 ass, Nicholson 14 pt, Moore 15 pt, Lamb 2 pt. 
Wizards: Webster 19 pt, Booker 7 pt, Okafor 9 pt e 13 rim, Temple 7 pt, Wall 35 pt e 9 rim, Singleton 2 pt, Ariza 5 pt, Seraphin 4 pt, Price 4 pt, Martin, Vesely. 

 

DETROIT PISTONS (24-49) – TORONTO RAPTORS (27-45) 82-99

DeMar DeRozan e Rudy Gay hanno segnato 21 punti a testa ed i Raptors hanno interrotto la striscia di 5 sconfitte in fila, espugnando Detroit per 82-99. Dopo un primo tempo in cui a farla da padrona è stato l’equilibrio, Toronto ha preso il totale controllo del match con un parziale di 5-23. Nel terzo quarto Gay, che all’intervallo aveva solo 2 punti a referto, ne ha messi 19. Bene anche Amir Johnson con 20 punti e Jonas Valanciunas, autore di una doppia-doppia da 14 punti e 13 rimbalzi. Per i Pistons si salvano Jonas Jerebko, miglior marcatore dei suoi con 20 punti, e Andre Drummond, che ne ha messi 17 con 8/10 dal campo in soli 18’. 

Pistons: Singler 13 pt, Monroe 11 pt e 13 rim, Drummond 17 pt, Knight 4 pt, Calderon 8 pt, Stuckey, Maxiell, Jerebko 20 pt, English 6 pt, Middleton 2 pt, Kravtsov 1 pt.
Raptors: Gay 21 pt, Johnson 20 pt, Valanciunas 14 pt e 13 rim, DeRozan 21 pt, Lowry 4 pt e 11 ass, Anderson 7 pt, Fields 6 pt, Ross 6 pt, Lucas III. 

 

CLEVELAND CAVALIERS (22-49) – PHILADELPHIA 76ERS (29-43) 87-97

Continua il pessimo momento dei Cavaliers, che senza Irving, Waiters e Varejao incappano nella settima sconfitta consecutiva, la striscia negativa più lunga della loro stagione. Stavolta a passare in quel di Cleveland sono stati i Sixers, che hanno potuto contare sulle doppie-doppie di Evan Turner (23 punti e 13 rimbalzi) e di Spencer Hawes (16+11), oltre che sui 20 punti e 6 assist di Jrue Holiday. Sotto di 11 al termine del terzo quarto, i Cavs sono riusciti a rientrare fino al -4, ma a quel punto è salito in cattedra Turner, che con 5 punti in fila ha permesso ai suoi di riprendere il largo. Poi ci ha pensato Holiday con due triple a scrivere la parola fine sul match. 

Cavaliers: Gee 6 pt, Thompson 10 pt, Zeller 14 pt e 10 rim, Ellington 10 pt, Livingston 10 pt, Gibson 5 pt, Walton 5 pt, 7 rim e 7 ass, Miles 19 pt, Speights 6 pt, Quinn 2 pt.
Sixers: Young 18 pt, Turner 23 pt e 13 rim, Hawes 16 pt e 11 rim, Wilkins 7 pt e 6 ass, Holiday 20 pt, Pargo 2 pt, Wright 3 pt, Allen 4 pt, Ivey 2 pt, Moultrie 2 pt. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here