Tyler Herro da leggenda. Miami avanti 3-1 contro Boston

37 punti per il rookie degli Heat che sono a un passo dalla NBA Finals. Butler, Dragic e Adebabyo illustri comprimari della super prestazioni dell’ex Wildcats.

di Alessandro Elia

Sul 3-1 dei Miami Heat nella Finale della Eastern Conference contro i Boston Celtics c’è il timbro di Tyler Herro che in una sola notte compila pagine di storia della NBA. Al suono della sirena finale per la 20enne matricola di coach Spoelstra ci sono 37 punti arrivati con un 14/21 dal campo, 5/10 da tre punti e 4/4 ai liberi. Herro diventa così il 2°rookie negli ultimi 35 anni a segnare più di 30 punti in una finale di Conference e stabilisce il nuovo record di punti segnati da un debuttante in una partita del genere (superati i 35 di Andrew Toney). Ma la guardia di Milwaukee adesso è anche il 4°giocatore a varcare la quota 30 in una gara di playoff a soli 20 anni (c’erano riusciti finora solo Magic Johnson, Rose e Brandon Jannings). Senza ovviamente dimenticare che tutto questo è arrivato partendo dalla panchina, ma Spoelstra ha concesso poi al suo “magic-boy” 35′.

La partita mette sotto i riflettori Herro e una prestazione di sostanza dei Miami Heat vincenti nonostante percentuali non eccezionali (39/91 al tiro, 10/37% da tre). L’intero fatturato della squadra di Spoestra è portato fondamentalmente da 4 uomini: oltre Herro, ci sono i 24 punti di Jimmy Butler, autore di 8 liberi nel finale praticamente decisivi,  22 di Dragic, riscattatosi dopo l’opaca gara-2, e 20 (7/11 dal campo) per Bam Adebayo che ha giocato con un infortunio a un polso che non gli ha però impedito di raccogliere anche 12 rimbalzi.  Con un attacco non impeccabile i Miami hanno trovato in difesa la chiave della vittoria. La zona degli Heat ha dato più di un problema a coach Stevens. Boston paga le sue 19 palle perse, e le 7 nell’ultimo quarto sono state sanguinose ai fini del risultati. I Celtics hanno ritrovato Hayward (14 con 4/9 al tiro) e avuto una Tatum bipolare: Zero punti nel primo tempo e 28 tutti nella ripresa. Alla fine è lui il miglior marcatore dei verdi con Brown (21 e 9 rimbalzi) e Walker (20) subito dietro.

Miami è avanti 52-44 all’intervallo e subisce il rientro di Boston che scopre di avere finalmente anche Tatum. 79-77 per gli Heat alla terza pausa che preannuncia un ultimo periodo elettrizzante. Un break di 9-0 porta Miami sul 91-83 dopo 5′ di ultimo periodo. Boston spezza l’inerzia e si rimette in scia con Smart e Brown. Butler e Tatum scrivono il 102-95 alle soglie degli ultimi 2′ di gioco. La tripla del numero 0 dei Celtics porta Boston a -4 ma subito dopo arriva il colpo del k.o. degli Heat. Dragic dall’angolo e Herro in penetrazione portano la squadra di Spoelstra sul 107-98 a 56″ dalla fine. I Celtics trovano la forza dal timeout. Tripla di Tatum a 42″ dalla fine e altra bomba di Brown quando di secondi ne mancano 16 per il 107-104. Adesso però Miami è lucida e i viaggi in lunetta di Butler sono una garanzia (8/9). 109-112 a 1″ dalla fine ma Boston non riesce a organizzare un tiro per rimanere in vita. La serie si porta sul 3-1 per Miami, che è a una sola vittoria dalla sua sesta Finale NBA, la prima dal 2004.

BOSTON CELTICS-MIAMI HEAT 109-112 (serie 1-3)
BOS: J.Brown 21, J.Tatum 28, M.Smart 10, Walker 20, D.Theis 8, G.Hayward 14, B.Wanamaker 4, R.Williams, S.Ojeleye, G.Wiliams.
MIA: B,Adebayi 20, G.Dragic 22, J.Butler 24, J.Crowder 3, D.Robinson 3, T.Herro 37, A.Iguodala 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy