Basketball Trip – part five

6 amici, 10 giorni, centinaia di miglia a spasso per Michigan e Illinois, tra college basket e NBA.

di La Redazione
  • di Andrea Spampinato

Goodmorning Italy!
Se stavate pensando che in questo viaggio ci limitassimo ad enormi arene e superstar strapagate vi sbagliate di grosso! Ci troviamo a Northville, quartiere residenziale a nord di Detroit, più precisamente nella palestra della scuola, dove due gruppi di bambini di 9 anni si stanno sfidando punto a punto davanti a un folto pubblico di genitori e famigliari. La ‘point guard’ di una delle due squadre è Nate, il figlio più piccolo del nostro Vitor, a sua volta fondatore di ‘Always basketball’, scuola basket che sta riscuotendo molto successo in zona.
Si gioca con canestri ad altezza adulto e pallone regolamentare, questa volta Nate non riesce a portare a casa la vittoria davanti ai suoi tifosi italiani ma la delusione dura lo spazio di qualche minuto, poi torna il sorriso.

spartansVedere correre 10 bambini dietro a una palla fa tornare sempre alle origini, all’essenza principale della pallacanestro e al momento in cui è nata in noi questa passione! Tornando agli ‘adulti’, oggi visitiamo Michigan university, realtà storica del college basket. Da qui sono transitati decine di giocatori professionisti, dai famosi ‘Fab Five’ di Jalen Rose, Webber e Howard a Glenn Rice, da Jamal Crawford all’ultima nidiata di talenti vicecampioni nel 2013: Burke, Stauskas e Tim Hardaway jr.
Per alcuni di noi è un ritorno, eravamo qui proprio nel 2013 e lo ricordiamo a Coach Beilein, cercando di farci assumere come portafortuna, tentativo fallito miseramente. Beilein è uno dei coach più famosi del college basket, ma colpisce la sua normalità e la disponibilità dimostrateci.

 

michiganInutile dire che le strutture del Crisler center sono da definire spaziali: campo principale, palestre secondarie, sala pesi e video, tutto è all’insegna della funzionalità e della modernità. Terminato l’allenamento si vola a Lansing per Michigan State – Iowa. Atmosfera pazzesca, migliaia di tifosi Spartans vestiti interamente di bianco e verde, un colpo d’occhio incredibile, gli Spartans giocano un ottima partita davanti al proprio pubblico e portano a casa la vittoria. Per non farci proprio mancare nulla decidiamo di guardare in tv al pub dei tifosi Spartans la partita del ritorno di Durant a Oklahoma City, più di ciò a questa giornata non potevamo proprio chiedere!

See you soon!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy