Italiani a stelle e strisce: i playoff

0

Torniamo con la rubrica sulle gesta dei nostri azzurri in NBA. L’unico superstite in post-season è Marco Belinelli, anche se non sta avendo un minutaggio consistente in queste prime tre uscite, se escludiamo l’ampio garbage time di gara 2.

Nella sofferta vittoria di gara 1 per 90-85, il bolognese ha chiuso con una virgola e due rimbalzi in 12’ di utilizzo. 0/2 da 2 e 0/2 da 3 per la sua prima partita dei playoff con la maglia nero argento.
Nella seconda partita, dove Dallas ha espugnato l’AT&T Center per 92-113, il Beli ha giocato 29’, facendo registrare 7 punti con 1/1 da 3 ma uno scadente 2/6 da 2. Ha catturato anche 5 rimbalzi e dato via un assist, a fronte di due palle perse. Da segnalare il peggiore +/- della partita, con un orrendo -31.
Ieri notte, in una gara 3 decisa da Vince Carter con una magia sulla sirena, Belinelli ha replicato i 7 punti della partita precedente, ma ha aggiustato la mira, soprattutto dentro l’area dei tre punti. 2/2 da 2 e 1/1 da 3 in 16’.

Stanotte è già ora di gara 4, una decisiva gara 4, soprattutto per gli speroni. Finora le seconde linee di San Antonio non hanno convinto Popovich, che infatti le impiega con il contagocce, preferendo loro le vecchie stelle anche in quei pochi minuti nei quali dovrebbero riposarsi.
Speriamo che il nostro connazionale continui a tirare con le percentuali di gara 3 e che riesca a convincere il suo allenatore anche per ciò che dimostra nella metà campo difensiva, sebbene non sia la sua specialità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here