Lakers, Jazz e Mavs in lotta per un posto: con Kobe e Dirk LAL e Dallas quasi mai fuori dai PO

0

Ph.: espn.go.comQuando mancano 11 partite da giocare, ci sono tre squadre ancora in lotta per l’ultima posizione disponibile nella Western Conference. I Lakers hanno un record di 36-35, i Jazz e i Mavs sono invece a 35-36. Tra pochi giorni ci sarà allo Staples Center il big match tra Lakers e Mavericks. Al di là del big match tutte e due le squadre, così come Utah, devono incontrare ancora qualche big. I Lakers prima di vedersela in casa con Dallas e Memphis hanno tre trasferte in fila contro Timberwolves, Bucks e Kings; poi dopo Mavs e Grizzlies giocano il derby contro i Clippers, ospitano gli Hornets, vanno a Portland e chiudono la stagione in casa contro Warriors, Spurs e Rockets. Dallas, dal canto suo, prima di giocare quattro trasferte (Lakers, Nuggets, Kings e Blazers), si troverà ad affrontare in casa Pacers e Bulls; dopo i Blazers due gare casalinghe contro Portland e Denver, poi la trasferta di New Orleans ed infine di nuovo in casa contro Grizzlies e Hornets. I Jazz sono quelli che nel breve periodo hanno più possibilità di fare bene, anche se hanno un record di 10-15 da inizio febbraio: Suns in casa, Blazers in trasferta; poi quattro gare casalinghe (Nets, Blazers, Nuggets e Hornets), trasferta sul campo degli Warriors, Thunder e T’Wolves in casa e, per finire, Minnesota e Memphis fuori.

Ph.: vibe.comPh.: vibe.comNel Draft del 1998 i Dallas Mavericks acquistano dai Bucks Dirk Nowitzki, scelto alla nona. Il tedesco debutta il 5 febbraio del 1999 e gioca 47 partite nella sua prima stagione; i Mavs tengono un pessimo record di 19-31 e non si qualificano alla post-season. Già dalla stagione dopo il potenziale della squadra viene fuori: Nowitzki e Michael Finley trascinano Dallas ad un record di 40-42, ma di nuovo non basta per giocare i Playoffs. Sono le uniche due stagioni in cui i Mavericks non raggiungono la post-season da quando Nowitzki è in squadra. Poi arrivano dodici qualificazioni consecutive, con anche il raggiungimento delle finali di Conference nel 2003, delle finali NBA nel 2006 e la vittoria del titolo nel 2011. Gloria anche per i Los Angeles Lakers da quando Kobe Bryant, nel 1996, si è accasato ai gialloviola. Kobe raggiunge le finali di Conference nel 1998, poi vince tre titoli NBA in fila tra il 2000 e il 2002 e nel 2004 è di nuovo in finale NBA, ma perde. L’addio di Shaq si rivela più traumatico del previsto: nella stagione 2004/2005 i Lakers non raggiungono i Playoffs; fino ad oggi, la post-season del 2005 risulta l’unica disputata senza Kobe da quando è arrivato in NBA. I Lakers e Bryant tornano in finale NBA nel 2008 (sconfitta contro i Celtics), ma poi vincono consecutivamente gli anelli del 2009 e del 2010.

Diamo ora un’occhiata ai roster dei Mavericks e dei Lakers che sono rimasti fuori dai Playoffs con Nowitzki e Bryant (sottolineati i giocatori ancora in NBA):

Dallas Mavericks 1998/1999: Steve Nash, Robert Pack, Erick Strickland, Hubert Davis, Cedric Ceballos, Michael Finley, A.C. Green, Dirk Nowitzki, Gary Trent, Samaki Walker, Chris Anstey, Shawn Bradley, Bruno Sundov, Hot Rod Williams.
Dallas Mavericks 1999/2000: Hubert Davis, Damon Jones, Steve Nash, Robert Pack, Greg Buckner, Erick Strickland, Cedric Ceballos, Michael Finley, Rodrick Rhodes, Gary Trent, Rick Hughes, Randell Jackson, Dirk Nowitzki, Dennis Rodman, Shawn Bradley, Sean Rooks, Bruno Sundov.
Los Angeles Lakers 2004/2005: Chucky Atkins, Tierre Brown, Tony Bobbitt, Kobe Bryant, Kareem Rush, Sasha Vujacic, Caron Butler, Devean George, Jumaine Jones, Luke Walton, Stanislav Medvedenko, Lamar Odom, Brian Cook, Vlade Divac, Brian Grant, Chris Mihm.